Open Day alla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare per gli studenti dell’Istituto Tecnico Aeronautico “Villaggio dei Ragazzi”

Rispetto alle altre Scuole dello stesso tipo, che puntano in particolar modo sulla “costruzione del mezzo”, l’Istituto Tecnico Aeronautico “Villaggio dei Ragazzi”, unico nel suo ambito, presenta la peculiarità di prevedere in modo specifico l’indirizzo “Conduzione del Mezzo Aereo”.

Da sottolineare, infine, le molteplici opportunità lavorative offerte dall’Istituto, grazie alle forti competenze trasmesse agli allievi durante il percorso di studio quinquennale: dallo specifico settore aeronautico agli svariati campi attinenti. Gli allievi del quarto e quinto anno di questa “storica” Scuola maddalonese, accompagnati dalle docenti Clara Sparano e Marianna Castaldo, hanno preso parte al primo Open Day della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare.

L’Evento è stato organizzato a Caserta dalla stessa Scuola in collaborazione con il 9° Stormo di Grazzanise, l’Ufficio Meteorologia dello Spazio dell’Aeronautica Militare, l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte/Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta.

In questa occasione, i “Futuri piloti” del Villaggio hanno avuto modo di visitare la Scuola nel pieno delle sue attività e di ricevere una serie di informazioni sui percorsi formativi offerti a chi aspira soprattutto a diventare parte integrante del mondo aeronautico. In particolare, agli studenti della Fondazione sono stati mostrati i laboratori didattici di avionica, la stazione meteo del Centro polifunzionale della Scuola Specialisti.

Altresì, la rappresentanza del “Villaggio” ha avuto modo di conoscere la realtà dei cosiddetti Fuciliere dell’Aria (FCA), di stanza presso il 9° stormo di Grazzanise, il cui compito è quello di assicurare la difesa a medio/corto raggio delle installazioni, basi e assetti dell’Aeronautica Militare.

Grande attenzione nei “visitatori” ha destato il veicolo protetto da trasporto Iveco VTLM Lince, utile a garantire la sicurezza aeroportuale, l’elicottero HH 12 del 9° Stormo, in grado di assicurare il servizio di ricerca e soccorso sull’intera Penisola e acque territoriali, lo stand di divulgazione scientifica sull’esplorazione dello spazio e del “pianeta rosso” dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte/INAF e l’attività informativa su come accedere ai concorsi in Aeronautica Militare.

Di notevole interesse sono state anche due conferenze organizzate per l’occasione. La prima ha avuto ad oggetto: “L’Italia su Marte: da Schiaparelli allo sbarco degli esseri umani sul pianeta rosso”. Relatrice d’eccezione è stata Francesca Esposito, coordinatrice nazionale della Divisione di Planetologia ed esplorazione del Sistema Solare della Direzione Scientifica dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, La seconda, “Lo Space Weather in Aeronautica Militare”. Relatrice il Tenente dell’Aeronautica Militare, Adriana Marcucci, esperta di Space Weather (Meteorologia dello Spazio) nell’ambito del Centro Operativo per la Meteorologia dell’Aeronautica Militare.