#Orabasta, la Cisl Felsa Caserta alla manifestazione di Roma. “Quello che oggi noi rivendichiamo è la parità di trattamento”

In tanti anche da Caserta questa mattina a Roma alla manifestazione nazionale, per rivendicare, tra i somministrati, mobilitati della sanità, una parità di trattamento, premialità e stabilizzazione. Da Terra di Lavoro la delegazione guidata dal Segretario Felsa Cisl Caserta, Angelo Iodice Magliacano, con un nutrito gruppo dei somministrati dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, da tempo in agitazione per la stabilizzazione.

Una grande giornata di mobilitazione che ha visto la presenza di tantissimi lavoratori e lavoratrici in prima linea nell’emergenza sanitaria.

Le delegazioni di #FeLSACISL, NIdiL CGIL Nazionale e UILTemp sono state ricevute dal Vice Capo Gabinetto e dal Direttore Generale delle professioni sanitarie del Ministero della Salute portando a casa l’impegno delle autorità a trovare soluzioni per il riconoscimento delle premialita’ e il superamento dei limiti posti nelle procedure di stabilizzazione.

“Un ringraziamento a tutti i lavoratori e le lavoratrici che hanno partecipato al presidio e a quanti non hanno potuto essere con noi a causa del contingentamento, a dimostrazione di quanto i somministrati siano indispensabili per il buon funzionamento del servizio sanitario nazionale. Il ringraziamento va anche alle Confederazioni CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori , a CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro e UIL – Unione Italiana del Lavoro per il sostegno attivo a questa complicata e importante vertenza”.

Chiediamo al Ministro Roberto Speranza di stanziare finalmente risorse ‘ad hoc’ per questi lavoratori e lavoratrici instancabili”.