Come organizzare una casa piccola

Come organizzare una casa piccola

Le case piccole rappresentano una sfida per quanto riguarda sia l’organizzazione, sia la funzionalità e l’arredamento. Se volete ottenere il massimo dal vostro appartamento piccolo, impiegate un’app per progettare casa che vi consenta di organizzare i mobili nel modo più efficiente e piacevole possibile.

Come ampliare visivamente gli spazi

Anche se non è possibile ingrandire fisicamente gli spazi, ci sono diversi trucchi ottici per far sembrare le stanze più grandi.

I colori chiari e luminosi creano l’illusione di uno spazio più ampio: scegliete il bianco per le pareti, i mobili e i complementi d’arredo. Quando il pavimento è dello stesso colore delle pareti, si crea un effetto di continuità. Se non volete una casa completamente monocolore, scegliete comunque delle tinte in tono tra loro (e non in contrasto).

Usate molti specchi, posizionandoli in modo da ampliare le fonti di luce e la luce che proviene dalle finestre: gli specchi non possono mancare all’ingresso, in bagno e in camera da letto.

Anche l’illuminazione artificiale dev’essere impeccabile: gli angoli bui, infatti, tendono a restringere visivamente gli spazi. Posizionate lampade, applique e lampadari in ogni stanza.

Cosa evitare per non far sembrare le stanze più piccole

Se i colori chiari possono ampliare lo spazio, quelli scuri fanno l’esatto contrario. Quando possibile, evitate di comprare mobili scuri o di grandi dimensioni; in particolare, non posizionate i mobili contro le pareti. Se il budget lo consente, scegliete dei mobili creati su misura che sfruttino ogni possibile spazio.

Lasciate liberi i corridoi ed eventuali zone di passaggio, in modo che tutto risulti il più illuminato possibile.

Idealmente, le porte più adatte agli spazi piccoli sono quelle scorrevoli: se potete, evitate le porte tradizionali.

Per non creare uno spiacevole effetto “magazzino” o “trasloco in corso”, cercate uno stile coerente per il vostro arredo e attenetevi a quello senza mixare stili diversi. Per lo stesso motivo, evitate di lasciare oggetti in giro o di esagerare con gli accessori e i soprammobili.

Come ottimizzare lo spazio a disposizione

Per sfruttare al massimo il poco spazio, conviene scegliere mobili multifunzione e organizzare correttamente la zona giorno e notte; ciò è particolarmente importante all’interno dei monolocali, dove potreste aver bisogno di una parete divisoria aggiuntiva oppure di una libreria grande che vi consenta anche di riporre gli oggetti di uso quotidiano.

Se non c’è abbastanza spazio per suddividere la cucina dal salotto, optate per un ambiente open space; attenzione però a questa soluzione: se non viene applicata correttamente, potreste ottenere un effetto disordinato.

Per sfruttare lo spazio verso l’alto, piazzate delle mensole sulle pareti; se le pareti sono particolarmente alte, create dei soppalchi per ottenere dello spazio aggiuntivo. Se lo spazio verso l’alto non fosse abbastanza, potete comunque costruire un piccolo soffitto secondario in cartongesso nel quale riporre scatole e oggetti che non vi servono spesso.

Qualora siano presenti delle scale, scegliete quelle in cui i gradini fungono da contenitore.

Ottimizzate gli spazi scegliendo divani letto, letti a scomparsa oppure letti multifunzionali dotati di cassetti dove riporre biancheria e abiti. Anche il tavolo pieghevole consente di recuperare spazio una volta chiuso, così come la scrivania richiudibile e le sedie impilabili.