Ospedale di Caserta riferimento per donne incinte positive al COVID

Donna incinta

Il Commissario Straordinario avvocato Carmine Mariano annuncia che la Regione Campania ha individuato l’AORN “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, insieme alla Federico II, struttura di riferimento per la gestione delle gravide positive al COVID-19. In particolare è richiesta la disponibilità di posti letto da riservare alle donne gravide COVID-19 positive con rischio ostetrico-ginecologico e alle partorienti che necessitano di sorveglianza continua.

Il professore Luigi Cobellis, Direttore dell’UOC di Ginecologia ed Ostetricia, dichiara soddisfatto: “Si tratta di un ulteriore riconoscimento dell’efficacia dei percorsi identificati all’interno dell’AORN di Caserta, con la possibilità di offrire alle gravide COVID positive un percorso riservato a tutela della salute delle gestanti e dei neonati. Lo sforzo del personale del Dipartimento è massimo ed incentrato sulle procedure da seguire. Mantenere alto il livello di attenzione in questo momento è fondamentale e ci permette di affrontare questa emergenza con gli strumenti necessari per il benessere sia degli operatori che delle pazienti”.