Ospedale di Piedimonte Matese, il presidente della Comunità Montana chiede e ottiene l’incontro con De Luca

Nelle vesti di presidente della Comunità Montana del Matese, Francesco Imperadore ha chiesto e ottenuto un incontro con il governatore De Luca. I 17 sindaci della Comunità Montana incontreranno il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca domani, 18 novembre, alle ore 18,00 presso il Palazzo Santa Lucia a Napoli.

E’ arrivata ieri, 16 novembre, la risposta alla richiesta inoltrata dal presidente Imperadore in rappresentanza di un intero territorio, preoccupato per le sorti del nosocomio Matesino. Era il 30 dello scorso agosto quando il presidente dell’Ente sovracomunale matesino inoltrò, facendo seguito ad un’assemblea pubblica tenutasi presso la sede montana della frazione Sepicciano l’, la richiesta di un incontro urgente con il governatore per discutere del Piano Regionale di programmazione della rete ospedaliera ai sensi del D.M. 70/2015.

Una nota, quella a firma di Imperadore, inviata “Visto il decreto del Commissario ad Acta per l’attuazione del Piano di rientro dai disavanzi del SSR Campano […], il quale sta procurando preoccupazioni ed allarmismi, relativamente al declassamento dell’UNICO Presidio Ospedaliero dell’area Matesina sito a Piedimonte Matese. Si legge. Al governatore si chiede: il riconoscimento dell’Ospedale di Piedimonte Matese quale DEA di 1  ͦ livello; il ripristino delle Unità Operative Complesse di Chirurgia Generale, Ortopedia, Anestesia e Rianimazione; la previsione dei posti letto per l’Unità di Anestesia e Rianimazione così come attualmente previsto per le altre unità della Provincia e il riconoscimento ufficiale di postazioni già erogate da tale unità, quali ad esempio, quelle relative alla terapia del dolore; di sollecitare il Ministero affinché autorizzi la deroga alla chiusura del Punto nascite del presidio di Piedimonte Matese.

“Andiamo all’incontro in rappresentanza di un intero territorio, – ha precisato il presidente Imperadore – certi trovare la massima collaborazione da parte del nostro presidente della Regione Campania”.

Loading...