OSS Somministrati di Caserta, flash mob a Piazza Plebiscito con i cugini napoletani (VIDEO)

Oggi 30 giugno, praticamente scadenza di contratto per gli Operatori Socio Sanitari somministrati di Caserta, che stanno battendo ogni possibile strada per riuscire a sopravvivere oltre una possibile proroga, se ci sarà.

Intanto si fa fronte comune con i somministrati di Napoli per un’azione unica, si stringono le fila, e ieri mattina erano in tanti al Flash mob in Piazza Plebiscito a Napoli, i somministrati precari della sanità, con contratti appesi ad un filo di Napoli e Caserta.

Un’azione pacifica, silenziosa, attenti alle norme di distanziamento sociale e muniti di quella mascherina che per tre mesi e tutt’oggi ancora li accompagna in un lavoro difficile in prima linea sul fronte dell’emergenza.

Ed è questo che desiderano innanzitutto rimarcare, una presenza costante, non solo nel corso di questa emergenza, ma in decenni di lavoro, esperienza, know how,  chiedono riconoscimento e stabilità lavorativa, finalmente dopo anni di lavoro svolto in precariato, con l’enorme peso psicologico di non potersi sentire mai sicuri del proprio posto di lavoro.

In questi mesi in cui anche noi abbiamo seguito le loro battaglie abbiamo imparato a conoscerli, ve li abbiamo presentati e raccontati, con i segni in faccia per il lavoro svolto, sfiniti dal surplus di lavoro per la carenza di personale, spaventati ogni giorno dall’incertezza del domani.

Non stanno chiedendo un favore, ma la giusta e dovuta definizione della propria posizione lavorativa. In questo video le parole di alcuni di loro