Il palazzetto della discordia. Lettera aperta di Nicola D’Andrea, Presidente dello Spartak Casagiove

Palazzetto dello Sport Casagiove
Palazzetto dello Sport Casagiove
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Con forza e determinazione, il Presidente dello Spartak Casagiove, Nicola D’Andrea vuole rendere noto quanto segue:

“Con deliberazione nr. 9 del 15 novembre 2011 la Giunta Comunale di Casagiove approvava il Capitolato Prestazionale d’Appalto per l’affidamento in concessione del Palazzetto Sportivo Comunale alla locale via Fortuna.  Conseguentemente, il Comune di Casagiove con determinazione dirigenziale nr. 637 del 19 luglio 2012 indiceva la correlativa gara d’appalto da esperire con le modalità previste dall’art. 83 del decreto legislativo nr. 163 del 12 aprile 2006 ossia con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ed approvava altresì il bando ed il disciplinare di gara.  Con determinazione dirigenziale nr. 909 del 30 ottobre 2012 a firma del Dirigente pro tempore dell’Area Tecnica del Comune di Casagiove, l’appalto veniva aggiudicato alla suddetta Associazione.

Il 6 maggio 2013 il Comune di Casagiove consegnava il Palazzetto Sportivo Comunale alla A.S.D. Basket e Minibasket Cervino. L’atto di convenzione veniva sottoscritto il 24 febbraio 2014 (cfr.: allegato nr. 2). Tra gli obblighi previsti in contratto, vi sono, in particolare, quelli per l’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino:  a. di corrispondere al Comune di Casagiove un canone annuo di €. 15.112,50, in due soluzioni, la prima entro il 30 settembre e la seconda entro il 31 marzo dell’anno successivo, e ciò per tutta la durata del contrattuale fissata in anni nove;  b. di eseguire a proprie cure e spese interventi migliorativi al Palazzetto Sportivo Comunale per un importo presuntivo di €. 460.300,00 come da Offerta Tecnica Qualitativa presentata in sede di gara. La convenzione però veniva interessata dalla sopravvenienza di un evento imprevedibile (COVID-19), che alterava gli equilibri dei correlativi obblighi, determinando la necessità di una rinegoziazione degli stessi. Pertanto, l’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino, con nota acquisita il 16 settembre 2020 al protocollo nr. G.0019177/2020 – E – del Comune di Casagiove, chiedeva l’applicazione dell’art. 95 del decreto legge nr. 18 del 17 marzo 2020, così come testo modificato dall’art. 216, secondo comma, del decreto legge nr. 34 del 19 maggio 2020, convertito con modificazioni dalla legge nr. 77 del 17 luglio 2020, ossia la revisione del rapporto concessorio con rideterminazione delle condizioni di equilibrio economico-finanziario originariamente pattuite, anche attraverso la proroga della durata del rapporto, in modo da favorire il graduale recupero dei proventi non incassati e l’ammortamento degli investimenti effettuati e programmati.

All’esito di intense trattative, il Comune di Casagiove – pure per scongiurare gli effetti del recesso dal contratto di affidamento, frattanto esercitato dall’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino con nota del 21 aprile 2021 acquisita al protocollo dell’Ente il 24 maggio /2021 al nr. G.0012607/2021-E – proponeva:  a. il prolungamento del contratto di affidamento in concessione della gestione del Palazzetto Sportivo Comunale per ulteriori tre anni rispetto alla scadenza contrattuale, con canone concessorio immutato;  b. la riduzione del 50% del canone concessorio nel periodo 1° aprile/31 agosto 2021, con pagamento dei relativi importi dal 1° settembre 2021 in sei rate mensili;  c. la riduzione ad €. 8.000,00 del canone dovuto dal 1° settembre 2021 al 12 giugno 2022;  d. la realizzazione dei restanti investimenti almeno ventiquattro mesi prima della scadenza prolungata del contratto di affidamento in concessione e quindi entro il 12 giugno 2023.

L’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino accettava la proposta di cui innanzi e, quindi, rinunciava al recesso dal contratto di affidamento in concessione della gestione del Palazzetto Sportivo Comunale. Il Comune di Casagiove con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 69 del 30 novembre 2021, approvava l’avanti trascritta proposta e demandava al Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica di adottare i conseguenti provvedimenti gestionali attuativi, inclusa la sottoscrizione della convenzione integrativa (cfr.: allegato nr. 3). L’AS.D. Basket e Minibasket Cervino sollecitava più volte, ma invano, il Comune di Casagiove alla sottoscrizione della convenzione integrativa (cfr.: allegato nr. 4, allegato nr. 5 ed allegato nr. 6). Con l’ordinanza di cui in epigrafe il Dirigente pro tempore dell’Area Tecnica del Comune di Casagiove intimava all’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino di sgomberare il Palazzetto Sportivo Comunale, nel termine decadenzale di giorni 15 decorrente dalla notifica di detta ordinanza, e ciò sul presupposto che “a far tempo dal 12/06/2022, è decorso il termine di durata della concessione”.

DIRITTO L’A.S.D. Basket e Minibasket Cervino insorge avverso l’“ORDINANZA DI SGOMBERO – PALAZZETTO DELLO SPORT” recante nr. Ord. Dec00020/2022 emessa l’11 luglio 2022 dal Dirigente pro tempore dell’Area Tecnica del Comune di Casagiove, notificatale il giorno successivo, con la quale le veniva intimato di rilasciare, nel termine di giorni 15 dalla notifica della suddetta ordinanza, l’immobile di proprietà comunale, destinato ad impianto sportivo, concessole in gestione con determinazione dirigenziale nr. 909 emessa dal medesimo Dirigente il 30 ottobre 2012, deducendo i seguenti, deliberazione nr. 69 del 30 novembre 2021 del Consiglio Comunale di Casagiove, di cui peraltro non fa cenno alcuno, con la quale, per l’appunto, veniva: A. disposto:  a. il prolungamento del contratto di affidamento in concessione della gestione del Palazzetto Sportivo Comunale per ulteriori tre anni rispetto alla scadenza contrattuale, con canone concessorio immutato;  b. la riduzione del 50% del canone concessorio nel periodo 1° aprile/31 agosto 2021, con pagamento dei relativi importi dal 1° settembre 2021 in sei rate mensili;  c. la riduzione ad €. 8.000,00 del canone dovuto dal 1° settembre 2021 al 12 giugno 2022;  d. la realizzazione dei restanti investimenti almeno ventiquattro mesi prima della scadenza prolungata del contratto di affidamento in concessione e quindi entro il 12 giugno 2023; B. demandato al Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica di adottare i conseguenti provvedimenti gestionali attuativi di tale deliberazione, inclusa la sottoscrizione della convenzione integrativa; a cui il sopraccitato Dirigente, ancorché più volte sollecitato, ad oggi non ha dato seguito. Infatti, l’AS.D. Basket e Minibasket Cervino non è mai stata convocata per la sottoscrizione della convenzione integrativa.  Per cui, nella fattispecie si ravvisa finanche una responsabilità del Comune di Casagiove per non avere definito con celerità il procedimento, determinando all’AS.D. Basket e Minibasket Cervino un grave pregiudizio economico, sia sotto il profilo del danno emergente che del lucro cessante, di cui la stessa si riserva di agire in separata sede per il relativo ristoro.

Ora, posto che il Comune di Casagiove non ha mai revocato ovvero avviato l’iter per la revoca della deliberazione nr. 69 del 30 novembre 2021 di Consiglio Comunale, deve ineluttabilmente convenirsi che le determinazioni assunte sono correntemente valide ed efficaci, e che l’ordinanza impugnata si pone in immotivato ed aperto contrasto con tale deliberazione con la quale, lo si ripete, sono stati individuati espressamente i criteri che il Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Casagiove doveva seguire ai fini della predisposizione di una convenzione integrativa.

Il ricorso è affidato allo studio Tartaglione e Colella di Marcianise.

Siamo in attesa di udienza sospensiva del TAR.”