Panico hub vaccinale, stamattina tutto pieno, vaccinandi invitati a parcheggiare all’Iperion

Stamattina ho fatto la terza dose. Vi racconto com’è andata.

Un lunedì di fuoco all’Hub vaccinale della Caserma Garibaldi in via Laviano a Caserta. Stamattina vaccinazioni a ritmo serratissimo, probabilmente ci siamo ricordati tutti adesso di vaccinarci, prima del Natale, se alle 10.00 del mattino il parcheggio interno della Ferrari Orsi era talmente pieno da costringere la presenza dei Vigili Urbani alla fine di via Sant’Augusto che rimandavano le auto in fila per l’Hub a parcheggiare all’interno dell’Iperion.

La brutta sorpresa è stata che dopo aver fatto una coda bella serrata nell’unica fila obbligata per l’HUB, ci si è trovati obbligati ad una nuova fila che dalla rotonda del LIDL in via Borsellino si dipanava lungo tutta via Sant’Augusto, incrociandosi con il flusso veicolare delle auto che uscivano dal supermercato, con quelle che uscivano o volevano entrare nel McDonald, le auto del normale flusso di traffico e con tutti coloro che erano stati reindirizzati a parcheggiare nel Centro Commerciale.

Dopo almeno altri 20 minuti di coda nel traffico, finalmente il parcheggio e via a piedi all’ingresso della Caserma, dove, dopo tutta questa gimcana il paradosso è trovare che le macchine che arrivavano in quel momento non venivano reindirizzate ma accedevano tranquillamente all’HUB prima di te che ti eri fatto la corsa ad ostacoli.

“Ma come – dico – ci avete fatto arrivare fin qua, ci avete fatto rifare il giro e ora questi entrano. Se sapevo ci parcheggiavo da subito all’Iperion” Sbotto un pò esasperata con i militari. “Signora e noi che ne sapevamo”… Non so cosa mi sarei aspettata che rispondessero, ma in definitiva era l’unica risposta sensata.

Ovvio che tutto questo abbia ritardato la scaletta degli appuntamenti. Finalmente arriviamo all’interno per poi attendere la normale fila di almeno 15 minuti – e questa ci sta – prima di iniziare i vari adempimenti di riconoscimento e colloquio con i medici, questi del tutto ordinati.

Meno male che i volontari AVO all’accesso accolgono tutti con una tale calma, da sedare ogni “crisi isterica”. Bene anche militari e personale medico infermieristico, considerata l’affluenza enorme.

Il consiglio? Se andrete nei prossimi giorni non vi fate la doppia fila, recatevi direttamente al parcheggio dell’Iperion. Con una brevissima passeggiata di giusto 3 minuti sarete alla Caserma e avrete risparmiato nervi e tempo.