Pappardelle con sugo di cotiche

Pappardelle con sugo di cotiche

Il termine “cotica”, deriva dal latino”cutis” che significa “pelle”, che a sua volta ha origini dal greco antico “kitios” che indica pelle o cuoio. E’ un alimento antichissimo di tradizione contadina, che sfruttavano in tempi di magra, tutte le parti di scarto del maiale. Nonostante sia un alimento molto calorico, 100 gr di prodotto contengono 31 gr di grassi e 544 calorie, è saporito e crea piatti gustosi, accostati a verdure, sughi o legumi.

Ricetta per 4 persone
2 cotiche di maiale, sgrassate e spelate
300 gr di salsiccia
500 gr di pappardelle all’uovo
Mezzo bicchiere di vino bianco
Aglio prezzemolo Sale pepe q.b. e una noce di margarina  per condirle
1 lt di salsa di pomodoro
1 costa di sedano
Mezza cipolla
1 carota
Sale q.b

Preparazione

Condire le cotiche con prezzemolo tritato, qualche pezzetto di aglio, un dito di margarina e sale e pepe. Aggiungere anche un pezzo di salsiccia. Chiudere bene con spago da cucina. Preparare  il soffritto tagliando a dadini carota sedano e cipolla, messi a soffriggere con 4 cucchiai di olio extra in una pentola in acciaio alta e capiente.

Dopo qualche minuto aggiungere le cotiche e il resto della salsiccia. Far rosolare bene, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Dopo un 5 minuti aggiungere la salsa di pomodoro e 500 ml di acqua, mezzo cucchiaio di sale e, al bollore, far cucinare per un oretta a fuoco vivace. Attenzione: le cotiche devo essere cotte al dente e non molle.

Cuocere le pappardelle all’uovo in abbondante acqua salata, scolarle e condirle con il sugo corposo ottenuto. Se piace si può aggiungere una spolverata di parmigiano grattugiato e pepe.