Parcheggi “creativi” a Caserta: strisce bianche ridisegnate sullo stallo della Publiservizi. E il popolo social applaude

Le strisce blu fanno “rosicare” diciamolo, soprattutto in quelle zone dove le bianche invece scarseggiano e parcheggiare senza dover ogni volta, semmai ogni giorno, sborsare una certa sommetta diventa un’impresa. Mettiamoci poi l’esasperazione, e che alcuni cittadini il più delle volte sono sordi alle basilari norme di sana e corretta vivibilità cittadina e si fa a gara per cercare degli escamotage che ci liberino dai vincoli dell’obolo.

Poi se a tutto questo ci aggiungiamo una piccola ma geniale dose di creatività il gioco è fatto. Questa mattina, sulla pagina Facebook del gruppo di Cittadinanza Attiva CCVIC- Caserta, (Ciò che vedo in città) una segnalazione davvero interessante, due fotografie che ritraggono una cosiddetta “genialata”: a via Patturelli qualcuno pare abbia ridisegnato le strisce blu che notoriamente delimitano gli stalli dei parcheggi della Publiservizi, ricoprendole con vernice bianca.

Un’azione chiaramente provocatoria, considerando che gli stalli sono assegnati e dunque ciò non impedirà molto probabilmente una sanzione in caso di mancato pagamento, ma per certo è voluto essere un atto di ribellione urbana, evidentemente contro uno stato di fatto mal tollerato dai residenti.

Ora, va anche detto che siamo nel campo delle probabilità, perché non sappiamo veramente come siano andate le cose, se effettivamente le strisce bianche siano state sovrapposte alle blu da un privato cittadino o addirittura possa essere una correzione dell’azienda che gestisce i parcheggi, semmai “fatta dal comune per ridurre il numero delle striscie blu in città – ipotizza qualcuno – e aumentare quelle bianche (magari è stato fatto anche da altre parti)“.

Fatto sta, che anche nel dubbio, il popolo social plaude allegramente all’iniziativa e l’ironico pittore viene definito un eroe dei nostri tempi, a testimonianza di quanto i cittadini siano poco affezionati all’abitudine del parcheggio a pagamento e sentano come una costrizione gli effetti anche delle ultime decisioni rispetto al Publiparking.

Di sicuro, gli stalli blu sono troppi e pochissimi quelli liberi, che dovrebbero almeno essere di pari numero – commenta un utente della pagina – Se poi pensiamo che la gestione di quelli blu è in mani private, che trattengono la gran parte del ricavato, senza che alcun beneficio arrivi ai cittadini, direi che il signore in questione è un angelo giustiziere“!

E’ dello scorso febbraio infatti la notizia che la giunta comunale aveva approvato l’installazione di 55 nuovi stalli a pagamento, 25 posti in fascia A, 18 in via Roma e 7 in via De Martino e 30 posti in fascia B in via Ferrarecce, anche se sono stati poi istituiti posti auto riservati ai residenti, 10 in via De Martino e 10 in via Ferrarecce.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante strada
Potrebbe essere un'immagine raffigurante strada