Parco degli Aranci, Torna la luce alla Villetta comunale spenta da oltre 5 anni

Domani 7 dicembre appuntamento in villa per festeggiare con Officina creativa di Caserta Città Viva

Oggi, venerdì 6 dicembre, finalmente torna la luce nella Villa Comunale di Parco degli Aranci dopo 5 anni di buio totale. Oggi, infatti, l’Amministrazione Comunale ha istallato 3 faretti provvisori, nell’attesa di ripristinare l’intero impianto elettrico e di illuminazione che anni fa è stato completamente vandalizzato ed è da rifare daccapo.

Domani mattina, sabato 7 dicembre dalle 10 alle 12, appuntamento in Villa per festeggiare questo importante risultato con giochi per bambini e ragazzi a cura dell’Officina Creativa di Caserta Città Viva e con interventi di riqualificazione dell’area (tinteggiatura cancello, pulizia dello spazio, progettazione dello sguinzagliatoio e dei prossimi murales).

Ripristinare la luce in Villa, seppur parzialmente, è un atto che incide molto sulla vivibilità del quartiere e per le centinaia di residenti le cui case “affacciano” sulla Villa.

Questo spazio bellissimo ha sofferto per anni la totale mancanza di luce, l’assenza di acqua e fino a qualche settimana, lo spazio restava anche aperto perennemente, giorno e notte.

L’assenza di luce e i cancelli costantemente spalancati ha reso questa Villa anche un luogo di spaccio e di disturbo della quiete pubblica, in orario serale e notturno, all’interno di un quartiere che invece ha molto bisogno di spazi comuni, vivi e adatti alla sana crescita dei bambini e all’aggregazione dei cittadini.

A gennaio 2019, è nata una rete di collaborazione civica per il miglioramento del quartiere. Di questa rete fanno parte: Caserta Città Viva, Centro sociale Ex Canapificio, Gruppo Scout Caserta 5, Parrocchia SS. Maria e S. Giovanni Bosco, Comitato per Villa Giaquinto e tanti cittadini della zona.

Abbiamo iniziato due settimane fa, dopo le segnalazioni agli organi competenti, a ripristinare a titolo volontario il servizio di apertura e di chiusura, convocando contestualmente un appuntamento di assemblea pubblica di quartiere ogni due martedì alle 18.30 in parrocchia e un calendario di giornate di giochi e manutenzione dello spazio, aperte a grandi e piccoli.

Operai a lavoro per installare l’illuminazione

Questa prima fase di cura e gestione condivisa dello spazio ha subito alcuni ostacoli da parte di persone che per anni hanno vissuto la Villa come terra di nessuno e/o come luogo di spaccio e consumo di sostanze.

Nelle ultime due settimane, spesso abbiamo dovuto sostituire il lucchetto perché reso inutilizzabile da colla o altro materiale che viene apposto alla catena per evitarne la chiusura e il pomeriggio di mercoledì 4 dicembre, due attiviste della rete associativa sono state aggredite fisicamente e verbalmente da persone che volevano utilizzare la Villa anche oltre l’orario di chiusura.

 

La collaborazione tra Istituzioni e Cittadini per la gestione condivisa degli spazi, a partire dalle aree verdi dei nostri quartieri, è fondamentale per la qualità della vita dei cittadini e per sottrarre spazi di spaccio e degrado, dando contemporaneamente un’alternativa di sana aggregazione ai ragazzi.

Gli spazi verdi riqualificati, come oggi lo sono Villa Giaquinto, la Villetta di via Arno (quart. Acquaviva) e la Villa di Parco degli Aranci diventano luoghi di socialità e condivisione, dove bambini, ragazzi, migranti, disabili e anziani possono trovare una propria dimensione di attivismo e benessere.

Invito ai proprietari di cani

Solo aprendo e vivendo insieme i Beni Comuni della città, potremmo dare un volto nuovo ai quartieri e alle periferie di Caserta e per farlo, c’è bisogno di rendere utilizzabile ed operativo il Regolamento Comunale per la Gestione Condivisa (c.d. Regolamento dei Beni Comuni).

Intanto, come concordato con l’ufficio tecnico del Comune, arrivata l’illuminazione, la chiusura della Villetta si sposta dalle 17.00 alle 20.00 e, altra  informazione importante, c’è un invito a partecipare ad una riunione sabato 7 dicembre, dalle   ore 10.00 alle ore 13.00, rivolto ai proprietari dei cani per valutare insieme la creazione di uno sgambatoio.

Info 3661403238