Passaggio a livello di via Unità d’Italia chiuso al traffico fino al 28 maggio, si eseguono lavori ai binari

Dopo Via San Gennaro a Falciano, e via Maddalena a San Benedetto tocca a via Unità d’Italia, il passaggio a livello resterà chiuso per 5 giorni, dal 23 sera alle 22.30 fino al 28 maggio alle ore 12.00.

I lavori erano stati annunciati dal Comune di Caserta il 21 aprile: “A seguito di riunioni e sopralluoghi congiunti, effettuati con i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (RFI), si è rilevato che per i passaggi a livello sono necessari interventi volti a garantire adeguati standard di sicurezza per l’esercizio ferroviario nonché per il traffico veicolare e pedonale”, aveva annunciato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Marzo.

Così è stato, si è partiti il 26 aprile con il passaggio a livello di via Galatina a San Clemente, poi i lavori sono proseguiti presso il passaggio a livello in via Tedeschi a Tredici, subito dopo a via Marconi. A seguire gli appuntamenti in via San Gennaro (Falciano), via Maddalena (San Benedetto), via Unità d’Italia e infine via De Martino e via Vivaldi.

Praticamente tutti i punti attraversabili tra i binari che ci sono sul territorio urbano.

Foto di Brunella Arena

Il passaggio a livello di via Unità d’Italia è comunque un punto cruciale considerando che divide le due parti della città e coinvolge la trafficatissima via Ferrarecce e traverse, con il flusso di auto che arriva da San Nicola, San Benedetto e l’area popolosissima del quartiere Acquaviva.

Sarebbe dunque un bene attrezzarsi in questi giorni per imboccare strade alternative senza andare ad intasare quella che in questo momento è un imbuto senza uscita.

Ricordiamo che per l’esecuzione dei lavori è necessaria la chiusura totale per cinque giorni ad ogni passaggio a livello, così come concertato con il comandante della Polizia Municipale.

“Nonostante i disagi che creano i passaggi a livello – ha precisato l’assessore Marzo –  è nostra premura la messa in sicurezza degli stessi per garantire la pubblica e privata incolumità. Con questi interventi, dunque, restituiamo dignità e sicurezza ai passaggi a livello che diventeranno accessibili anche ai diversamente abili”.