Passeggero non indossa la mascherina sull’autobus ed aggredisce l’autista che lo aveva richiamato

Air Mobilità, completate le procedure per l’assunzione dei 416 ex lavoratori CLP

L’episodio si è verificato ieri – lunedì 10 gennaio 2022 – sulla linea extraurbana che collega Vairano Scalo a Roccamonfina. Uno dei viaggiatori saliti a bordo del bus delle 20.15, in partenza da Vairano, non indossava correttamente la mascherina. L’autista ha più volte invitato il passeggero a rispettare le norme. Ma nonostante i ripetuti richiami dell’operatore, l’uomo dopo aver fatto finta di rimetterla la riabbassava.

Quando il bus è arrivato alla fermata di Roccamonfina, il passeggero si è avvicinato all’autista e gli ha sferrato un colpo in pieno volto per poi scendere dal pullman e dileguarsi. Alla scena hanno assistito gli altri viaggiatori presenti. Uno di questi ha soccorso l’operatore d’esercizio e allertato i Carabinieri, poi intervenuti sul posto.

La corsa è stata interrotta. I passeggeri sono stati fatti scendere. L’autista dell’Air è stato accompagnato in ospedale. Per lui 4 giorni di prognosi. Ora l’azienda procederà a sporgere denuncia contro ignoti per interruzione di pubblico servizio e aggressione ad incaricato di pubblico servizio.

«Esprimo massima solidarietà all’operatore d’esercizio aggredito nella serata di ieri solo per aver chiesto ad un passeggero di indossare in maniera corretta la mascherina. È un atto gravissimo. Da quando è scoppiata la pandemia gli operatori sono in prima linea per garantire i servizi, che ad oggi non hanno subito interruzioni. Da più di un mese gli oltre cento incaricati di Air fanno parte della task force coordinata dalle Forze dell’Ordine per i controlli del green pass e l’uso corretto della mascherina FFP2. A loro va il mio ringraziamento per la professionalità e la responsabilità dimostrata. All’autista aggredito tutta la mia vicinanza», ha dichiarato l’Amministratore Unico di Air, Anthony Acconcia.

Nelle ultime tre settimane sono quasi 30.000 i controlli eseguiti dagli incaricati di AIR nei territori di competenza. Poco più di 1.200 (il 4%) i viaggiatori respinti perché non in regola con green pass o mascherina (dallo scorso 24 dicembre c’è l’obbligo di indossare la FFP2). In provincia di Caserta la media dei passeggeri respinti è del 3,5%.