Patti di Collaborazione, approvato finalmente quello per la villetta del Parco degli Aranci. Si attende ancora per Via Arno

Volontari all'opera per la realizzazione del percorso ludico-didattico alla villetta degli Aranci

Il 15 novembre, dalle 10 alle 13 si inaugura il Percorso ludico-didattico inclusivo, dedicato a persone con disabilità motorie e normodotate presso la Villa.

Mai come adesso c’è fame di spazi verdi e, diciamolo, l’esperienza ci sta dimostrando che nessuno come i cittadini stessi riesce in autogestione ad occuparsi dei beni comuni con tale accuratezza e devozione. Dunque per poter continuare su questa strada i patti di collaborazione con l’amministrazione comunale sono più che necessari.

E dopo aver tanto atteso è finalmente giunto quello per la Villa S. Maria Delle Beatitudini (P. Degli Aranci), meglio nota come Villetta degli Aranci. Lo annuncia ieri, 5 novembre, lo stesso consigliere comunale Andrea Boccagna dalla sua pagina Facebook:

Nella seduta odierna di Giunta comunale, grazie all’impegno profuso dal sottoscritto e sostenuto dall’assessore De Michele, fermamente convinti della necessità di mettere a regime ulteriori patti di collaborazione, è stato approvato il tanto atteso patto per l’affido della villetta Maria SS delle Beatitudini di parco Aranci.

Questa amministrazione, a volte fatta bersaglio impropriamente da alcuni detrattori seriali, dimostra ancora una volta di essere presente sui territori e farsi carico delle necessità dei suoi cittadini. Alle associazioni a cui il bene è stato affidato vanno i miei personali incoraggiamenti a svolgere con sempre più maggior successo i tanti progetti che finora hanno avviati e per quelli futuri che potranno progettare“.

La risposta dell’associazione è attraverso le parole di Assunta Di Rauso, volontaria e residente di zona che con altri si sta occupando delle questioni amministrative non di facile adempimento: “I volontari e le associazioni che da tempo stanno gestendo le villette con progetti di attività ludiche e culturali ringraziano il consigliere Boccagna e l’assessore De Michele per l’impegno nel fare approvare uno dei due patti di collaborazione gestiti dalle stesse associazioni, personalmente con un pochino di delusione perché la villetta di via Arno del quartiere Acquaviva è un piccolo polmone che da respiro a tantissimi bambini e famiglie.

Convinti della sensibilità mostrata da Boccagna e De Michele nell’incontro con la sottoscritta che venga approvato nella prossima giunta anche il patto per la villetta di via Arno e poter festeggiare insieme all’amministrazione comunale l’evento durante la manifestazione x l’inaugurazione del percorso gioco organizzato il 15 novembre nella villetta di Parco Aranci“.

E dal quartiere Acquaviva a Parco Degli Aranci i cittadini chiedono a gran voce risposta dal Comune di Caserta per poter finalmente suggellare un percorso bellissimo di cura, autogestione che ha visto nel tempo la rinascita di due spazi verdi fondamentali per la città.

Solo per citare l’ultima bellissima parte di questo cammino fatto insieme – racconta Antonio Iannone, portavoce di Caserta Città Viva –  dalla scorsa estate nella Villetta di Via Arno e in quella di Parco Degli Aranci abbiamo messo in campo un’idea progettuale che migliorasse la vivibilità e l’accessibilità di questi spazi anche alle persone con disabilità motorie.

E’ così che per via Arno abbiamo realizzato, grazie al contributo volontario di cittadini e aziende sensibili, una pedana regolamentare per facilitare l’ingresso in villetta alle persone munite di carrozzella e programmato l’abbattimento dei paletti (questi non regolamentari) posti all’ingresso.

E’ così che a Parco Degli Aranci abbiamo terminato la realizzazione del primo, storico, percorso ludico-didattico inclusivo destinato sia a normodotati che a persone con disabilità, e siamo felicissimi di poterlo inaugurare a breve con la città e l’Amministrazione.

Cosa manca ancora?

La villetta di via Arno è ancora chiusa dallo scorso 27 settembre dopo i danni provocati dalla caduta di un albero. Il quartiere Acquaviva non ha al momento alcuno spazio verde fruibile, in un momento storico in cui c’è urgenza vitale di posti all’aria aperta vivibili e sicuri. Le famiglie con bambini, ci contattano ogni giorno per chiederci notizie e sapere quando potremmo tornare ad occuparci insieme della viletta, così come abbiamo sempre fatto negli ultimi 3 anni!

Per questo il quartiere chiede al Comune la firma del Patto di Collaborazione per la Villetta di Via Arno”.

La città è con voi !