Patti di collaborazione, firmati quello per l’ex Onmi e per le Villette. Ora si lavora per la riqualificazione

Che lunga storia quella dei patti di collaborazione, anni di battaglie burocratiche, di comizi di piazza, di denunce, di carte protocollate, di sit in, di proclami, di minacciati scioperi della fame. La città è stata testimone di un lunghissimo braccio di ferro tra la comunità civile e l’amministrazione comunale, sebbene quest’ultima non abbia mai affermato formalmente di non volere adempiere al completamento dei vari iter per la firma dei patti.

Stiamo parlando, come ormai tutti sanno, della questione “beni comuni”, nella fattispecie della gestione condivisa degli spazi sociali delle Villette di via Arno e Parco degli Aranci e della sede Ex Onmi in viale Beneduce, assegnata dopo un iter duro e tortuoso, per la costruzione della Casa del Sociale.

Mercoledì 14 luglio 2021 resterà dunque un giorno storico: il Comune ha firmato tutti e tre i patti di collaborazione, con i rappresentanti delle tre maggiori realtà associative coinvolte, il Comitato di Quartiere Parco degli Aranci, il Comitato Caserta Città Viva e con il Csa Ex Canapificio in rappresentanza delle 31 associazioni che costituiscono la rete sociale a supporto del Progetto Sprar.

E’ festa grande tra gli attivisti che non si sono mai fermati in questi anni, finanche ricevendo le persone in strada, per esempio, dovendo ottemperare alle richieste per lo Sportello al Reddito, con ogni condizione climatica, assoggettati ad essere ospitati dalle piazzette, dai porticati, dai marciapiedi in mancanza di tutto.

Come dicevamo, “sono stati firmati anche i Patti per la gestione della Villetta di via Arno gestita dal Comitato Città Viva e della Villa S.M. delle Beatitudini gestita dal Comitato Parco Degli Aranci (La delibera di riferimento è la 51 del 18.3.2021) – precisa Virginia Crovella tra i protagonisti di questo percorso – due spazi verdi sottratti al degrado e alla chiusura grazie all’impegno quotidiano di tantissimi cittadini di ogni età. La città solidale, antirazzista, attenta ai più deboli fa un passo avanti”.

“La strada è ancora lunga, soprattutto per l’Ex Onmi. Bisogna ripristinare l’agibilità, effettuare dei lavori, nei tempi più brevi possibile. Intanto abbiamo ricevuto le chiavi per iniziare ad usare il parcheggio dell’Ex Onmi in viale Beneduce, in attesa che sulla struttura vengano fatti i lavori di ristrutturazione e quest’oggi, venerdì pomeriggio, così come ieri sera giovedì, dalle 17 in poi saremo a viale Beneduce a ripulire l’area.

Invitiamo tutti a partecipare per poter organizzare a breve la prima iniziativa della Casa del Sociale di Caserta”.

La diretta dell’apertura del parcheggio Ex Onmi: https://www.facebook.com/centrosocialeexcanapificiocaserta/videos/2965987966992999/