Percepiva il reddito di cittadinanza e fabbricava DVD pirata. Scoperto a Casagiove dalla Guardia di Finanza

Percepiva il reddito di cittadinanza perché risultava disoccupato ma in realtà conduceva una fiorente attività da pirata audiovisivo, infatti produceva in casa DVD contraffatti di film di ogni genere.

I militari della Guardia di Finanza di Caserta hanno scoperto a Casagiove il pirata ed hanno sequestrato tutto il materiale rinvenuto nel vero e proprio laboratorio che il malvivente aveva allestito nella propria abitazione:

Ben 200 supporti magnetici, 5 dispositivi di masterizzazione, 2 personal computer ad altissime prestazioni, hard disk esterni per una capacità totale di 20.000 Gb, un raccoglitore con le locandine dei film più famosi e centinaia di DVD ovviamente sprovvisti del marchio SIAE.

Strumenti per migliaia di euro di valore, tutto sottoposto a sequestro per violazione del diritto d’autore.

Da ulteriori approfondimenti dei militari è emerso che il pirata di Casagiove era solito procacciarsi i clienti tramite il web ed offriva sul mercato una vastissima gamma di titoli: film d’autore e grandi classici, fino alle ultime novità più recenti. Un buisness da migliaia di euro.

Il disoccupato era anche percettore del reddito di cittadinanza per una somma superiore ai 1000 euro al mese. Naturalmente i finanzieri hanno provveduto a sequestrare anche la carta bancomat sulla quale era erogato il contributo ed a segnalare il caso all’Ente erogatore che disporrà l’immediata revoca del bonifico con efficacia retroattiva e la restituzione di quanto indebitamente percepito.

L’operazione è stata compiuta questa mattina, mercoledì 18 dicembre, dai militari della Guardia di Finanza di Caserta, diretti dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.