Perché l’utilizzo dei servizi VPN è cresciuto notevolmente negli ultimi anni?

Perché l'utilizzo dei servizi VPN è cresciuto notevolmente negli ultimi anni
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Ormai siamo sempre più connessi. È un dato di fatto: non c’è attività umana che non sia in qualche modo coadiuvata o completamente dipendente dalla rete. Ci sono professioni che non potrebbero proprio esistere, per esempio quelle puramente digitali come il social media manager o il trader online, altre che pur avendo una storia millenaria, sono state completamente rivoluzionate dall’avvento del web.

Un esempio? Pensiamo solo un momento all’impatto che internet ha avuto su un’attività tradizionale come quella dell’agricoltura: impianti di irrigazione meccanizzati e manovrabili da remoto, analisi digitali delle acque e del terreno, software per le previsioni metereologiche. Internet ormai è dappertutto: alle applicazioni nel mondo lavorativo si aggiungono poi quelle collegate alla nostra vita quotidiana. Acquisti online, servizi di messaggistica, intrattenimento: negli ultimi decenni sono esplose le possibilità di utilizzo e con esse si sono aperti mondi sconosciuti fino a poche generazioni fa.

AUTOMORRA

Proprio perché riveste un ruolo così cruciale nelle nostre attività quotidiane, anche la connessione a internet deve essere protetta e messa in sicurezza, così come facciamo con gli altri beni che ci appartengono o che sono fondamentali nella nostra vita. Per questo motivo molto spesso installiamo antifurti e telecamere nelle nostre case, oppure parcheggiamo la nostra auto o la nostra moto al riparo in un garage. Anche per mettere al sicuro la connessione a internet c’è un modo: la VPN o rete privata virtuale. La VPN è facile da usare e ha innumerevoli vantaggi: proprio per questo negli ultimi anni sono sempre di più le persone e le imprese che se ne sono dotate per navigare sul web.

Come funziona una VPN e perché è importante averne una

Il funzionamento di una rete privata virtuale è molto semplice: quando ci colleghiamo con una VPN i nostri dati in entrata e in uscita dai nostri dispositivi, come uno smartphone o un personal computer, vengono criptati e resi in questo modo illeggibili all’esterno. Prima di viaggiare in rete, per esempio raggiungendo il sito web al quale ci stiamo collegando o il client di posta verso il quale stiamo inviando una mail, questi sono inviati al server della VPN che rende impossibile la geolocalizzazione del nostro IP.

In questo modo siamo messi al sicuro dalla possibilità che i nostri dati sensibili possano finire in mani sbagliate: un pericolo sempre più reale, come testimoniano i dati in crescita dei reati online in Italia.

Dagli acquisti online ai servizi di home banking: quando la VPN ti mette al sicuro

Poter contare su una VPN quando si è collegati a internet ci mette al riparo da tutte quelle situazioni in cui siamo costretti a condividere sul web i nostri dati sensibili. Per esempio, quando effettuiamo un acquisto online: il settore dell’e-commerce in Italia è ormai consolidato e con esso il pericolo che qualcuno possa intercettare e venire a conoscenza delle nostre abitudini o peggio ancora degli estremi della nostra carta di credito.

Allo stesso modo, una rete privata virtuale protegge la navigazione quando siamo collegati al nostro servizio di home banking: a chi farebbe piacere che qualcuno spiasse il saldo del conto corrente o le transizioni economiche in entrata e in uscita? Grazie a una VPN questo pericolo si riduce sensibilmente: per questo è fondamentale oggi giorno dotarsi di questo servizio.