Perché scegliere il Liceo Classico? Davvero ne vale la pena?

Quante volte noi studenti del liceo classico ci siamo sentiti dire frasi del tipo “Il latino e il greco non servono a nulla”, ”Di questi tempi sarebbe più utile studiare le lingue moderne e le materie scientifiche”, ”Il liceo classico andrebbe riformato per adattarsi alle esigenze attuali”.

Chiaramente, si tratta di vecchi miti evidentemente ancora non del tutto sfatati. Infatti, studi recenti dimostrano che la traduzione dal latino e dal greco contribuisce a sviluppare il cosiddetto problem solving, cioè l’attività intellettuale messa in atto per risolvere determinati problemi. Per questo, circa il 32% degli studenti del liceo classico che aspirano a frequentare facoltà scientifiche a numero chiuso, come medicina o ingegneria, riescono con facilità a superare i tanto temuti test d’ingresso.

Tuttavia, il grosso limite di questo tipo di preparazione è riuscire a persuadere ragionevolmente qualcuno a studiare per ben cinque anni due lingue effettivamente non più parlate, anche se è sbagliato definirle lingue “morte” come si è solito dire oggigiorno, poiché esse, in realtà, sono soltanto storicamente concluse, cioè non sono più lingue madre di alcun popolo. D’altra parte, questo tipo di argomentazione ha il difetto di piegare queste due discipline a scopi utilitaristici, come per giustificare che semplicemente “servono a qualcosa”.

A questo punto, non resta altro che interrogarsi sul voler fondare la propria formazione su materie caratterizzate da un’immediata fruibilità, oppure su queste stesse discipline, volgarmente chiamate humanae litterae, che hanno per oggetto una dimensione lontana ma al contempo attuale, al cui centro vi è l’uomo, la sua anima, gli interrogativi che caratterizzano la sua esistenza.

Per concludere, è opportuno ricordare che fino al 1960 la maturità classica era l’unico diploma che permetteva di accedere a qualsiasi facoltà universitaria. Infatti si riteneva che a tutti i professionisti di alto livello occorresse possedere questo bagaglio culturale. Per questo, non siamo d’accordo con chi ci accusa di frequentare un indirizzo prettamente elitario, piuttosto riteniamo sia un indirizzo che non contiene, bensì forma un’èlite di cittadini colti e consapevoli.

 

Loading...