Periferie al Centro, gli interventi del Comune di Caserta su Puccianiello, Tuoro e Santa Barbara

Il progetto “Periferie al Centro” del Comune di Caserta è un Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia.
L’area interessata comprende frazioni di Tuoro – il Parco Primavera, S. Barbara e Puccianiello. Qui saranno realizzati interventi mirati alla riduzione del degrado fisico e all’avvio di un processo di rivitalizzazione socio-economica, con opere di ristrutturazione di edifici pubblici presenti nel Parco Primavera e la riqualificazione ambientale e turistico-culturale delle aree ricadenti nella cintura delle frazioni pedemontane.

 

Il borgo di Puccianiello ha origini storiche molto antiche, come testimoniano diversi documenti risalenti al X e XII secolo. Uno in particolare, il Privilegio di Alessandro III del 1178, individua in questa zona una starza appartenente al patrimonio del Vescovo di Caserta. Lo sviluppo storico del territorio non fu uguale a quello dei casali limitrofi a causa di una disputa giuridico-politica tra il vescovo e il conte di Caserta, che terminò alla fine del 1500 con la cessione del feudo al principe di Caserta Matteo Acquaviva, fatta eccezione per l’antico palazzo baronale, che rimase di proprietà vescovile fino al XVII secolo, quando fu venduto a Francesco Palmieri. Durante tutto il regime feudale, il Casale fu a capo del quartiere che comprendeva Sala, Briano ed Ercole. Nel 1570, nelle sue vicinanze, fu costruito il convento dei Cappuccini, che ora versa in stato di abbandono. La successiva edificazione della Reggia e del suo parco modificarono in gran parte i collegamenti viari est-ovest, interrompendo anche il vecchio collegamento tra Caserta e Recanale/Marcianise e i percorsi tra i preesistenti Casali.

Tra i vari interventi previsti per il Borgo di Santa Barbara, il progetto per la realizzazione di orti tematici mira a creare uno spazio pubblico rispettando la forte connotazione rurale della zona. Lo spazio è trattato come area a verde in cui sono integrati percorsi pedonali in pietra lavica, che ne consentono l’attraversamento e la fruizione, intervallati da zone pavimentate con panchine e orti destinati a colture da parte di scolaresche o a progetti sociali.

 

 

Il progetto per l’area del Parco Primavera è finalizzato alla realizzazione di interventi di rigenerazione e ricucitura di un’area urbana degradata e socialmente disagiata e alla rifunzionalizzazione di strutture esistenti, opere necessarie per il recupero della dignità e dell’identità espressiva dei luoghi e per rafforzare la coesione sociale, l’attrattività e il rilancio socio-economico della zona.

Miglioramento della qualità del decoro urbano
Riqualificazione impianti sportivi
Realizzazione di un parcheggio interrato in Piazza Suppa e sistemazione della piazza soprastante, manutenzione e messa a norma della struttura sportiva del centro parrocchiale.