Piano Asfalti, Caserta bloccata e traffico impazzito per la chiusura di Viale Ellittico

Immagine di Riccardo Della Porta (CCVIC-C)

Il Comune di Caserta aveva avvisato la città due giorni fa, stanno per iniziare lavori di rifacimento del manto stradale nel tratto di V.le Ellittico compreso tra il sottovia C. Vanvitelli ed il sottovia M.A. di Sassonia, oltre al sottovia M. A. di Sassonia fino alla confluenza con V.le Carlo/V.le Della Libertà.

Questo l’annuncio, ma poi la pratica è il caos totale. Questa mattina Caserta si è svegliata nel delirio delle macchine, soprattutto nella prima mattinata per quei lavoratori che dovevano uscire dalla città bloccata a causa della chiusura dell’accesso a Viale Carlo III, lato Nazionale.

Metteteci pure che oggi partiva l’Astra Day, vale a dire la 24ore di vaccini AstraZeneca per cui va considerato un afflusso di circa 4/5000 auto in più sul territorio urbano, al punto che la stessa amministrazione comunale ha ritenuto opportuno emettere una comunicazione pubblica nella quale si avvisa, anzi si consiglia di utilizzare le uscite Tuoro e San Clemente della Variante Anas e non quelle afferenti all’asse Caserta Nord per raggiungere la Caserma Ferrari Orsi, considerato il blocco cittadino.

Ovviamente i social raccolgono le proteste dei cittadini, sul gruppo di cittadinanza attiva Ciò che vedo in Città – Caserta le segnalazioni degli utenti i quali oltre che informarsi a vicenda sottolineano però anche la “gravità” della situazione riguardo la viabilità cittadina.

Ci si chiede come mai i lavori non hanno potuto compiersi nelle ore notturne considerato anche il coprifuoco e dunque una liberta pressoché assoluta delle strade, e qualcuno si risponde così:

Va bene asfaltare – commenta un cittadino –  va bene farlo anche nelle ore di punta perché non potete permettervi di pagare manodopera più del dovuto, ma avvisare adeguatamente? Non un trafiletto sul sito del Comune ma appositi cartelli in città almeno una settimana prima“.

E un altro automobilista: “Stamattina 40 minuti per uscire da Caserta e recarmi a Napoli.
Il traffico non era rallentato ERA FERMO, BLOCCATO IMMOBILE. E non è finita qui, dopo essere riuscita ad arrivare sul ponte dopo il Cetac, svolto a sinistra per prendere il vialone e dopo 10 mt transenne e tutto sbarrato, senza neanche un segnale di divieto di svolta“.

Intanto alla Caserma Ferrari Orsi, in via Laviano a quanto pare tutto procede senza problemi, le auto vengono fatte defluire tutte in unica carreggiata, senza andare ad infastidire e quindi intasare il traffico ordinario.