Pinto ancora stregato per la Casertana, passa la Vibonese

Casertana
(foto Giuseppe Scialla)

Un gol per tempo, Berardi nel primo, e Plescia nella ripresa, regalano tre punti alla Vibonese e condannano la Casertana alla quarta sconfitta consecutiva tra le mura amiche. Una Casertana che paga dazio più del dovuto, in una gara in cui, almeno nella prima frazione di gioco, avrebbe meritato sicuramente qualcosa in più. Resta il rammarico per le tante occasioni sprecate e la classifica continua a restare deficitaria.

Sfruttare il doppio turno casalingo e soprattutto sull’entusiasmo della vittoria ottenuta domenica scorsa in quel di Cava de Tirreni, per allontanarsi definitivamente dalla zona calda della classifica. Per la Casertana di Federico Guidi, Vibonese e Monopoli (avversario di lunedì) da affrontare sul terreno amico, rappresentano un’occasione troppo ghiotta che non può essere lasciata sfuggire. Di contro una Vibonese, uscita rinfrancata dalla prestazione ottenuta contro la capolista Ternana, ma arrabbiata per non aver raccolto quanto meritava proprio nella sfida contro le “fere” umbre.

I due tecnici non si affidano certo al turn-over, confermando in larghissima parte gli undici iniziali che sono scesi in campo nell’ultima giornata di campionato, a dimostrazione dell’importante posta in palio. Guidi, in casa rossoblù, rilancia Konatè al centro della difesa, che aveva saltato la gara contro la Cavese per effetto di un turno di squalifica, al posto di Buschiazzo, mentre a metà campo Varesanovic prende il posto di Matese. Ancora partenza dalla panchina per Castaldo che punta a guadagnare una maglia da titolare nella gara di lunedì contro il Monopoli. Dall’altra parte Galfano invece conferma in blocco la squadra che è scesa in campo contro la Ternana, compreso Laaribi, unico ex dell’incontro.

Il primo squillo dell’incontro è di marca rossoblù al 2’, quando Bordin dopo aver intercettato una palla a metà campo, si presenta a limite dell’area ospite, ma la sua conclusione si perde a lato.  Gara sostanzialmente equilibrata, con le due squadre che fanno densità a metà campo, cercando subito la profondità per gli attaccanti. Al 13’ è Avella, in uscita a dover anticipare Plescia, piazzato nell’area piccola; al 17’ invece è Cuppone a sparare alto sopra la traversa da buona posizione. Al 20’ è Hadziosmanovic a trovare il corridoi giusto sulla corsia di destra, ma il suo traversone non trova nessuno dei falchetti pronti per la deviazione vincente. Al 23’ veloce ripartenza iniziata da Pacilli, rifinita da Cuppone e conclusa da Icardi porta quest’ultimo alla battuta a rete, ma il suo tiro si rivela debole e facile preda di Marson. Al 26’ si fa rivedere la Vibonese: parla persa da Hadziomsanovic sulla corsia di destra e Statella che trova sulla corsia opposta Plescia la cui conclusione si perde alta sopra la traversa.

Casertana che inizia a spingere sull’acceleratore e al 40’ è Hadziosmanovic, una conclusione di destro, a chiamare Marson alla risposta con i piedi. Un minuto dopo, al 41’, è Icardi a chiamare il portiere ospite all’intervento, ma anche in questa occasione Marson si fa trovare pronto. Al 44’ è Pacili a sprecare la grossa occasione per passare in vantaggio: contropiede dei falchetti, con Bordin che libera al tiro l’ex Viterbese, ma la sua conclusione da buona posizione, è deviata di pugno da Marson. Al 45’, quando meno te lo aspetti, la Vibonese trova la rete del vantaggio: rimessa laterale di Ciotti, sponda di Plescia per Berardi che beffa Polito in marcatura e con una conclusione di sinistro fredda Avella. È l’ultima occasione del primo tempo, che vede la formazione ospite immeritatamente andare al riposo in vantaggio.

Ad inizio ripresa Galfano si vede costretto a fare a meno di Berardi, toccato duro nella prima frazione di gioco e al suo posto manda in campo Prezzabile a rinforzare la linea mediana. Al 54’ la Casertana ha la grossa chance di riportarsi in parità: assist di Icardi dalla sinistra per Cuppone, ma la conclusione dell’attaccante rossoblù si perde a lato. Al 55’ è Pacilli a chiamare Marson all’intervento con una conclusione dalla lunga distanza su cui il portiere ospite si fa trovare pronto. Al 59’ Guidi getta nella mischia Castaldo, ridisegnando una linea offensiva, con il chiaro intento di provare a dare più fisicità al reparto.  Al 62’ è Bordin con una conclusione dalla lunga distanza ad impensierire Marson che non si lascia sorprendere e devia in angolo. Casertana che spinge alla ricerca del pari, mentre la Vibonese cerca di agire in contropiede appoggiandosi a Stetella e Plescia.

Casertana a trazione interiore e Vibonese che si difende con ordine senza però rischiare nulla, soprattutto perché la formazione rossoblù appare poco incisiva in zona gol. All’87’ la Vibonese trova anche la rete del raddoppio: Plescia, tra i migliori in campo dei suoi, lanciato sul filo del fuorigioco e complice una difesa rossoblù non proprio ben posizionata riesce a presentarsi davanti ad Avella, seppur da posizione defilata, con un perfetto diagonale non gli lascia scampo. Di fatto Casertana – Vibonese finisce qui. Al 94’ c’è soltanto il tempo dell’espulsione di Carillo, che ferma Plescia lanciato a rete. Vince la formazione ospite, per la Casertana continua la maledizione del “Pinto” dove subisce la quarta sconfitta consecutiva.

CASERTANA – VIBONESE 0 – 2

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Konatè, Carillo, Polito (48’ Setola); Varesanovic, Bordin (76’ Matese), Izzillo (59’ Origlia); Pacilli (76’ Santoro), Cuppone (59’ Castaldo), Icardi. A disp. Dekic, Zivkovic, Petito, Santoro, Buschiazzo, De Sarlo, Ciriello, Matese, De Lucia.  All. Guidi

VIBONESE (3-4-3): Marson; Sciacca, Redolfi, Mahrous (83’ Vitiello); Ciotti, Laaribi, Ambro (56’ Bachini), Rasi; Berardi (46’ Prezzabile), Plescia, Stetella (72’ Parigi). A disp. Mengoni, Spina, La Ragione, Falla, Leone, Di Santo, Montagno, Mancino. All. Galfano

Arbitro: Luca Zucchetti di Foligno

Assistenti: Antonio D’Angelo e Andrea Bianchini di Perugia

Quarto Ufficiale: Mario Perri di Roma 1

Reti: 45’ Berardi (VI), 87’ Plescia

Ammoniti: 13’ Polito (CE), 70’ Bordin (CE), 77’ Mahrous (VI)

Espulsi: 94’ Carillo (CE) fallo da ultimo uomo.

Recupero: 1T 0′; 2T 5′