Plastic beach a Castel Volturno, tonnellate di rifiuti sulle spiagge e nei mari del Casertano

Castel Volturno – La provincia di Caserta e la città di Castel Volturno in particolare ancora una volta sono protagoniste in negativo a “Striscia la Notizia”. L’inviato di Canale 5 Luca Abete in un servizio andato in onda ieri sera si è occupato del vergognoso fenomeno dello sversamento di rifiuti in fiumi e canali del Casertano. Migliaia di bottiglie, polistirolo, giocattoli, contenitori e flaconi ancora pieni di prodotti chimici estremamente nocivi per l’ambiente dalle acque del Volturno e dei canali del litorale domitio finiscono in mare, distruggendo anno dopo anno l’equilibrio ambientale della zona.

Questo il servizio andato in onda, che la dice lunga sui mali della nostra terra, molti dei quali sono provocati dall’inciviltà e dall’ignoranza degli stessi cittadini.

Correnti e mareggiate spostano tonnellate di “monnezza” che si accumulano sulle coste. Abete ha realizzato il servizio proprio da quella che ha definito una “plastic beach”, ovvero una spiaggia interamente ricoperta da un tappeto di bottiglie e rifiuti plastici che rendono impossibile vedere anche un solo granello di sabbia. L’inviato di Striscia ha riproposto poi dei piccoli filmati di servizi risalenti al 2011 e al 2015 in cui si denunciava già la gravissima situazione dovuta allo sversamento incontrollato di rifiuti nei Regi Lagni e nelle acque del litorale domitio. Da allora non è cambiato nulla.