Tra poco a Caserta sorgerà un ECP dell’Università Telematica Pegaso: UNIVERA, Centro Studi di Ricerca e Formazioni Universitarie

"Sforzati di non avere solo successo, ma piuttosto di essere di valore." In questo slogan è racchiusa la filosofia di Pegaso Università

 

Al centro di Caserta, sul Corso Trieste n.62 ci sarà a breve un centro di formazione scolastica ed universitaria telematica. L’avvocato Veruska Vitale, presidente di UNIVERA Centro Studi di Ricerca e Formazioni Universitarie e capitano di questo nuovo progetto nascente,  sta coordinando e formando una squadra, costituita da competenze scelte in tutti i settori professionali, attorno a questa nuovissima realtà di alta cultura. Al suo fianco già nomi di importanti professionisti del territorio come l’avvocato Franco Capasso già docente universitario specializzato in diritto del lavoro e presidente del Panathlon Fracta Major Atellano;   la professoressa Silvana Virgilio anche fondatrice dell’Uniglobus, una nuova università che si propone di organizzare master post universitari. (Partner di Pegaso e Mercatorum). “Collegata al progetto Radici ( di cui è presidente l’avvocato Mario Pavone) che si occupa anche del turismo di ritorno degli italiani all’estero, dando la possibilità ai giovani di terza generazione degli italiani emigrati all’estero di tornare in Italia per uno stage che comprende un master,  la visita e conoscenza dei luoghi di origine delle proprie famiglie”.

Inoltre il Team comprenderà professionisti come, l’avvocato Renato Labriola amministrativista e ricercatore universitario specializzato in diritto e gestione dell’ambiente,  l’avvocato Biagio Narciso specializzato in diritto bancario e collabora con l’avv. Biagio Riccio, il vicepresidente Pasquale Cappa, l’avvocato Gelindo Fabrizio che sarà in questa sede il segretario dell’Università Pegaso, dott. Giuseppe della Gatta e la dott.ssa Tiziana Gagliardi (soci).

La Dott.ssa Silvana Virgilio è delegata ai rapporti con le istituzioni e le partecipazioni esterne di un’importante associazione l’ AISPAC, (Associazione Italiana Studio Prevenzione Analisi Crimini), che raccoglie professionisti in diversi campi per l’analisi di crimini che possono verificarsi nei più svariati ambiti. Nascerà inoltre uno sportello AISPAC con la collaborazione della Dott.ssa Virgilio, nello studio dell’avv. Veruska Vitale da sempre molto attenta ai problemi sociali. Lo sportello AISPAC confluirà con il tempo nell’ANV che si occupa del risarcimento delle vittime di danno esistenziale. La Professoressa Virgilio è impegnata in queste rilevanti realtà con la Dott.ssa M.P. Turiello presidente dell’AISPAC.

Nate in Italia da poco più di un decennio, le università telematiche stanno conoscendo un periodo d’oro nel nostro Paese, con una crescita esponenziale delle iscrizioni: secondo i dati del ministero, nel 2016 e nel 2017 è stato registrato infatti un picco di immatricolazioni ai corsi di laurea online, segno che questo tipo di offerta formativa sta iniziando ad interessare sempre maggiormente i giovani che, con l’evoluzione della tecnologia, sempre più spesso scelgono di studiare utilizzando strumenti hi tech.  Tra gli atenei che hanno fatto registrare le migliori performance in quanto ad incremento delle iscrizioni, spicca l’Università Telematica Pegaso: il simbolo dell’ateneo, il cavallo alato, ha decisamente mantenuto fede al proprio ruolo facendo volare l’università ai vertici della classifica, con una crescita superiore al 50%.

Istituita con decreto ministeriale nel 2006, l’Università Telematica Pegaso è una delle 11 università telematiche riconosciute dal Miur, e rilascia titoli accademici per 10 corsi di laurea (Giurisprudenza, Ingegneria civile, Scienze Turistiche, Economia Aziendale, Scienze Motorie, Scienze dell’Educazione e della Formazione, Scienze Pedagogiche, Management dello Sport e delle Attività motorie, Scienze Economiche, Ingegneria della Sicurezza). Inoltre a partire dal prossimo anno accademico, grazie ad un accordo con Class Editori, la Pegaso farà nascere Class Academy: un unicum nel sistema italiano che offrirà 74 fra master e corsi di perfezionamento, fruendo delle formule innovative già sperimentate nei corsi Pegaso e sotto la guida di un autorevole comitato scientifico.

L’offerta formativa è arricchita da oltre 200 master e corsi di perfezionamento, oltre che da certificazioni informatiche e linguistiche, e da nove Accademie. E’ innegabile la crescita ottenuta nei 12 anni dalla fondazione: attualmente l’ateneo conta, tra corsi di laurea e postlaurea, più di 50mila studenti, e ha sul territorio nazionale una presenza capillare con 70 sedi d’esame e 500 poli didattici: un successo che si spiega con le peculiarità dell’Università Telematica Pegaso la quale, scardinando le rigidità di un sistema formativo storicamente ingessato, ha introdotto e consolidato una nuova didattica fatta di linguaggi ibridi, inclusivi, aperti alla contaminazione dei saperi e alle diverse realtà produttive del Paese. Tanto che, spiega il fondatore e presidente dell’ateneo, Danilo Iervolino, l’Università Telematica Pegaso“si avvale di strumenti plurimi, sincroni e asincroni, più o meno interattivi come aule virtuali, forum, web conference, chat, social media, che stimolano il confronto e la collaborazione tra studenti”. E nell’ottica di una presenza sempre più importante non solo nell’universo digitale ma anche in tutti i suoi collegamenti con l’economia reale, l’Università ha partecipato a una newco con Unioncamere per il rilancio dell’Universitas Mercatorum, fondata dieci anni fa dalle Camere di Commercio, e ha stretto un accordo con Digital Magics, business incubator quotato in borsa, per istituire la prima Startup University italiana.

Studiare con Pegaso, oltre che seguire un percorso didattico altamente tecnologico, significa però anche poter avere docenti di chiara e riconosciuta fama internazionale

L’Università Telematica Pegaso propone un canale di poli formativi e didattici denominati E-lerning Center Point (ECP), che costituiscono il Network dell’Ateneo. Vengono pertanto accreditati come Centri qualificati per lo svolgimento di progetti didattici, educativi e formativi dell’Università Telematica Pegaso, che ne riconosce la qualità poiché in possesso di specifici requisiti preventivamente documentati e certificati dalla stessa Università.

Proprio in quest’ottica precisa nascerà a breve UNIVERA come segreteria d’iscrizione, sede di lezioni con tutor e convegni. Mentre gli esami si svolgeranno presso gli Istituti scolastici ”I Carissimi Iervolino” con sede a Santa Maria Capua Vetere. “I Carissimi Iervolino” sono istituti scolastici superiori (Istituto agrario, Istituto alberghiero) e sede di esami dell’Università Telematica Pegaso, la cui mission risiede nel raggiungimento della completa interazione tra accademia e discente, finalizzata al costante perfezionamento delle qualifiche culturali e professionali, e che si realizza attraverso il proprio modello pedagogico di formazione continua ( il Lifelong Learning) ed il “Personal Learning Environment”, l’ambiente di apprendimento personale che rende, appunto, l’apprendimento come centrale.

Istituita con decreto Ministeriale del 20 aprile 2006(GU n.118 del 23-5-2006-Suppl. Ordinario n. 125), l’Università Telematica Pegaso è un Ateneo costruito sui più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-lerning.

Grazie alla capacità di rispondere in maniera flessibile ed efficace alle esigenze degli studenti, Pegaso ne intercetta adeguatamente le finalità educative e lavorative nei percorsi di studio prescelti, a garantire piena indipendenza e personalizzazione nella didattica. Ogni studente partecipa alle attività della propria classe virtuale, coordinata da tutor esperti dei contenuti e formati agli aspetti tecnico-comunicativi della didattica on-line, e viene seguito dal titolare della disciplina che è responsabile della didattica. L’attività di guida e consulenza è svolta attraverso la creazione di spazi virtuali interattivi sincroni ed asincroni (forum, web conference, sessioni live e altro) o, in caso di richieste di chiarimenti personalizzati, via e-mail.

Elio Pariota – Direttore Università Telematica Pegaso:

Il nostro gruppo e la nostra università è un cantiere sempre aperto. Mai nulla di scontato, ma sempre attento alla progettualità che si alimenta giorno dopo giorno e ora dopo ora cercando di calibrare quanto più possibile percorsi formativi a vantaggio e sulla centralità dello studente. Ci stiamo prodigando affinché possa essere sdoganato anche un nuovo modello di università: non più fatto solamente di lezioni ed esami, ma che dia una consapevolezza si sé al cittadino, lo accompagni ad interpretare, comprendere e gestire le grandi sfide come quelle ambientali, come quelle della nuova geopolitica, dell’economia  e come quelle della tecnologia”.

Danilo Iervolino – Presidente Università Telematica Pegaso:

Un’università che deve essere recapitata a casa come un abito su misura. Cioè deve intercettare i reali fabbisogni. Ad esempio se è un lavoratore pensare per lui ad una formazione flessibile, se è un giovane motivarlo per affrontare con coraggio le sfide nel mercato del lavoro; con corsi che non vincolano alla frequenza, tagliando costi e tempo. L’università deve capire tutto questo e customizzare la propria offerta su ogni singolo studente. Poi avere sempre il materiale didattico sempre a disposizione sulla piattaforma consente di conciliare lo studio con impegni lavorativi e familiari in modo accessibile a tutti. Perché l’università si deve aprire non essere una torre d’avorio; essere inclusiva, non può e non deve essere un anfiteatro del sapere polveroso, respingente e refrattario al nuovo. Deve aprirsi non solo alle nuove tecnologie, ma deve essere meno elitaria, più democratica e deve avere una mission che non può essere solo quella utilitaristica del concetto ti formo per trovare lavoro, ma deve essere quella ti formo per accrescere le tue competenze, la tua cittadinanza attiva, per renderti un cittadino più libero, auto consapevole e proattivo.

“Auspico maggiore dialogo tra il modello dell’università tradizionale e quello dell’università telematica, con l’obiettivo della contaminazione fra il sapere millenario della nostra tradizione e le più innovative metodologie didattiche basate sull’e-learning e lifelong learning.

“Il Mezzogiorno è purtroppo fanalino di coda dell’Europa, il PIL anche se in ripresa, ci vede ultimi in Europa. Un gap che stiamo scontando e che dobbiamo recuperare. L’unico modo è quello di investire nella formazione e nei giovani dando loro coraggio, fiducia e speranza. Spronarli a non andare nelle strade e nei solchi già tracciati da altri, ma di avere il coraggio delle proprie idee per perseguire idee coraggiose ed innovative. Sicuramente c’è una questione che riguarda gli investimenti, la politica che deve far di tutto per ridurre il gap, uno su tutto quello del Digital divive. Non si può pensare ad innovazione tecnologica , a ricerca se poi c’è un gap rispetto al nord che ci vede molto più lenti”.

La Presidente Veruska Vitale, come interprete e rappresentante qui a Caserta di tutti questi programmi innovativi dell’Università Pegaso, sottolinea l’importanza della necessità di insegnare ai giovani a confrontarsi col mondo del lavoro e con le nuove professioni della rivoluzione digitale. “Le università telematiche rappresentano una svolta nel sistema formativo perché danno l’opportunità anche a chi non può spostarsi di poter seguire i corsi,  conseguire un alto livello di formazione ed avere in questo modo molte più chance di fare carriera. Si tratta della soluzione ideale per chi lavora già e non ha tempo, per chi è fuori corso e vuole ricominciare o per chi vuole sperimentare un nuovo metodo di insegnamento al passo con i tempi”. Veruska Vitale parla già così della sua nuova sede mettendone a fuoco le potenzialità che si riveleranno presto sul territorio casertano e oggettivamente così enumera i punti di forza dell’Università Pegaso: “ Le iscrizioni sranno aperte tutto l’anno, le lezioni on-line avranno orari flessibili, il materiale on-line (dispense e appunti) sono sempre disponibili sul portale e la presenza di tutor a disposizione in qualsiasi momento on-line ma anche in sede quando spesso si organizzeranno seminari e convegni”.

Ma il programma di UNIVERA non finisce qui, perché tra le università telematiche presenti, riconosciute dal Miur, oltre la Pegaso con “I Carissimi Iervolino”, ci sarà nel palinsesto anche l’Università Mercatorum: l’università di tutte le Aziende Italiane. Infatti Mercatorum è la prima Startup University di tutt’Italia, caratterizzata da diversi percorsi accademici, tutti all’insegna dell’innovazione. Si tratta della prima partnership pubblico-privata per la governance di un’istituzione universitaria, che nasce con l’obiettivo di assumere la leadership nella formazione delle imprese.

Il nome Universitas Mercatorum richiama le origini, la natura e la vocazione tipica delle Camere di Commercio quali organismi rappresentativi della comunità e generalità dei vari soggetti ed ambiti produttivi. A partire da tali origini, le Camere di Commercio sono divenute nell’ordinamento (insieme all’Università) “autonomie funzionali” per lo sviluppo delle economie e delle società locali. L’Università degli Studi delle Camere di Commercio ha inteso assumere, anche nel nome, la connotazione di un Ateneo che nasce dalle Imprese per le Imprese (di tutti i settori economici) con finalità di valorizzarne il capitale umano.

Ma non finisce qui! Infatti UNIVERA sarà anche esclusivista EIPASS (European Informatics Passport) per l’abilitazione alla patente europea del computer con esami in sede sempre in Corso Trieste 62. Tutte le certificazioni EIPASS sono strutturate in base a regole e procedure a livello internazionale: questo è un aspetto determinante per il riconoscimento delle certificazioni informatiche nei diversi paesi ed è di notevole utilità per le aziende in cerca di personale qualificato e per chi vuole  ottenere maggior punteggio in graduatorie e concorsi pubblici.

L’ avvocato Veruska Vitale nell’impegno preso di garantire il più alto livello dei professori universitari e dei supporter, ci tiene ad esprimere la sua gratitudine a chi le ha dato fiducia per realizzare questo importante e prestigioso progetto di alta formazione culturale; in particolare i suoi ringraziamenti sono rivolti all’avvocato Raffaele Iervolino,  al presidente Dott. Danilo Iervolino e alla Dott.ssa Emilia Taffuri.

L’inaugurazione di UNIVERA sarà presumibilmente entro la metà di ottobre di quest’anno.