Polizia Municipale di Caserta, le operazioni del mese scorso: prelevati 162 veicoli con il carro attrezzi

SANCARLO50-700
ENJOY1
delpicar-t-toc
previous arrow
next arrow

La Polizia Municipale di Caserta, nel mese scorso è stata impegnata su più fronti in attività di polizia giudiziaria. Dopo numerosi casi dei mesi scorsi, ancora un furbetto dei contrassegni invalidi è stato scoperto e denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Infatti è stato accertato che una cinquantenne casertana a bordo di una Smart, utilizzando la fotocopia a colori del permesso invalidi intestato al marito, entrava nella zona traffico limitato di via Pollio, parcheggiava comodamente in divieto di sosta presso la sede centrale delle Poste Italiane, effettuava il prelievo al bancomat e poi voleva allontanarsi dal posto. Veniva fermata un attimo prima di riprendere la marcia.

MORRA-SMART
simplyweb2023
previous arrow
next arrow

Dagli accertamenti risultava che il permesso era stato rilasciato al marito, proprietario del veicolo. Il permesso fotocopiato veniva sequestrato come prova del reato e il responsabile veniva deferito all’Autorità Giudiziaria, per falsità materiale commessa da un privato, che convalidava il sequestro.

Il veicolo veniva sanzionato anche per il divieto di sosta (sanzione di 42,00 euro) e per aver omesso di effettuare la revisione periodica del veicolo ai sensi dell’articolo 80 cds (sanzione di 173,00 euro). Ancora una volta ci si imbatte nel deplorevole comportamento degli utenti della strada che sfruttando il possesso dei permessi invalidi legittimamente rilasciati ai titolari, parcheggiano ovunque sicuri di evitare sanzioni e rimozione del veicolo.

Si ribadisce l’invito rivolto a tutti i cittadini di segnalare, con mail o telefonando al numero verde del Comando 800655155, utilizzi impropri dei permessi rilasciati a persone diversamente abili. Per senso del dovere, per senso civico e, soprattutto, per tutelare chi ne ha veramente bisogno.

Si ricorda che l’utilizzo del contrassegno invalidi è disciplinato dall’articolo 188 cds e relativo regolamento di esecuzione, che prevedono la necessaria presenza del titolare del permesso a bordo del veicolo ove è esposto il permesso in quanto titolo autorizzativo personale.

A proposito dei controlli di polizia stradale si evidenzia che sono stati prelevati con il carro attrezzi 162 veicoli, come sanzione accessoria per sosta indisciplinata (divieto di sosta con rimozione, intersezione, spazi invalidi, attraversamenti pedonali, etc) tra cui alcuni interventi effettuati in via Renella, Via Sardegna, Via Roma e Via Patturelli.

Altra operazione di polizia giudiziaria è stata effettuata nell’ambito delle attività, per il contrasto del fenomeno dei roghi nella Regione Campania c.d. Terra dei Fuochi, sotto l’egida dell’Incaricato Vice Prefetto dott. Filippo Romano.

Durante l’operazione è stata controllata un’officina meccanica abusiva, di circa 240 mq., sottoposta a sequestro. Veniva deferito all’A.G. un cittadino casertano di anni trenta, per illecito smaltimento dei rifiuti in quanto erano stati rinvenuti sul suolo diversi pezzi di ricambio e veicoli abbandonati e per scarichi di acque industriali senza autorizzazione, in quanto immetteva nelle griglie di raccolta acqua piovana presenti nel piazzale del liquido oleoso probabilmente riconducibile ad olio motore dei veicoli in riparazione. Inoltre il cittadino veniva sanzionato per l’attività abusiva con una sanzione amministrativa di euro 5.164,00 euro.