Polizia Municipale di Caserta, secondo i sindacati: “Il Comandante minimizza le reali problematiche”

Caserta – In riferimento al documento scaturito dall’assemblea della POLIZIA MUNICIPALE ed alla successiva intervista del Comandante del Corpo della P.M. a mezzo stampa, queste OO.SS. ritengono precisare alcuni aspetti delle problematiche che affliggono il Corpo della P.M. di Caserta al di là della polemiche strumentali:

– Il ponte radio non ha copertura totale di tutto il territorio comunale, tant’è che si è avviata una procedura per ottenere un finanziamento della Regione Campania che consentirà la sistemazione ed il potenziamento dello stesso.

– Relativamente alle carenze dei veicoli di istituto, se a settembre si è dato corso ad una procedura di acquisto a noleggio di auto per all’incirca la metà del parco stesso, ciò dimostra che l’Amministrazione è ben a conoscenza della fatiscenza dei veicoli attualmente in dotazione; ma una procedura amministrativa Consip, che garanzia dà per la definizione in tempi così brevi?  Ma come mai di queste cose il personale non ne era a conoscenza? E comunque, l’emergenza è attuale ed in particolare già a partire dal giorno 8 p.v. e per tutto il periodo natalizio, per i già programmati eventi e manifestazioni.

– Per le carenze di personale, il Comandante è concorde con quanto lamentato dalle OO.SS. e proprio per questo resta sconvolgente il taglio delle risorse economiche in un momento in cui occorre potenziare il servizio per tutti gli eventi natalizi in programma.

– Finora, non sono state attuate le procedure per incrementare la dotazione organica, risulta un tentativo in passato dello stesso Comandante di assumere vigili stagionali con i fondi dell’ex art. 208 del C.d.s, mai perseguito dall’Amministrazione.

– A fronte della recentissima e non condivisibile intervista rilasciata dal Comandante sulle problematiche emerse, le OO.SS. si sarebbero aspettate una sintonia, per trovare le soluzioni più adeguate da prospettare all’Amministrazione, la quale risulta non aver manifestato l’interesse a risolvere il problema affrontandolo con i Ministeri competenti.

Per tutto ciò, le scriventi ribadiscono quanto deliberato dall’assemblea del corpo della P.M., sottolineando, ancora una volta, che su un argomento di così notevole rilievo hanno attestato la realtà dei fatti.