Ponte d’Ercole, la vergogna di Caserta: questa volta a rimanere incastrata è stata un’ambulanza

(Foto reperita dai social media)

Oramai la notizia di automezzi incastrati sotto il ponte di Ercole a Caserta non dovrebbe più fare notizia. Eppure oggi, a pochi minuti dall’ennesima scena di vergogna, con una autoambulanza sotto il ponte che attraversa il parco della Reggia, la montata di rabbia e di indignazione non si è fatta attendere.

Perchè questa volta ad aggravare la situazione non è stato soltanto il traffico bloccato tra Caserta e Casagiove, a causa dell’ennesimo automezzo transitato in barba ai limiti di altezza consentiti, ma che a farne le spese è stato chi aveva richiesto l’intervento urgente di un mezzo di soccorso sanitario e ha dovuto rinunciarvi.

Eppure all’Amministrazione Comunale di Caserta, che non risponde alla marea di proteste piovute sui social e nicchia di fronte all’ennesima richiesta di risolvere il problema, la domanda di oggi resta una: ma neanche ai mezzi di soccorso è permesso il transito attraverso il ponte di Ercole? E perché, quindi, di fronte alle infinite sollecitazioni dei residenti della zona, che da anni implorano almeno l’istallazione di dossi di rallentamento lungo la strada strettissima che collega Casagiove a Caserta, si è sempre sostenuto che questi avrebbero disturbato il transito veloce dei mezzi di soccorso lungo la via più rapida per raggiungere l’Ospedale Civile di Caserta?