Portico di Caserta e Betlemme, firmata la dichiarazione d’intenti per un gemellaggio


Portico di Caserta – “Bisogna dare priorità all’obiettivo dell’accoglienza e del rispetto della vita umana, l’unica vera arma di cui disponiamo è il dialogo costruttivo e leale e da qui, da Portico di Caserta, dall’Italia lanciamo un messaggio di pace a tutti gli uomini di buona volontà per un futuro all’insegna della solidarietà.” Così padre Ibrahim Faltas, mediatore di pace in Medio Oriente e Vicario Custodiale di Terra Santa in Gerusalemme, nel corso della cerimonia nella sala consiliare del Comune di Portico di Caserta per il gemellaggio e la consegna delle cittadinanze onorarie.

Le alte onorificenze, nel corso della cerimonia ufficiale, assegnate al neo primo cittadino di Betlemme, Hanna Hanania, al frate egiziano Padre Ibrahim Faltas Ofm, mediatore ufficiale per bolla papale in Medio Oriente, e al prof. Francesco Corcione, luminare della chirurgia generale. “E’ la prima volta – ha dichiarato Hanania, neo sindaco della Città della Natività – che riceviamo una così alta onorificenza da un Comune d’Italia.

Trasmesso nel corso della manifestazione il messaggio dell’ambasciatore palestinese presso la Santa Sede, dr. Issa Kassissieh, che ha riportato i saluti e i ringraziamenti del Presidente Nazionale dell’Autorità Palestinese, Abu Mazen.

“E’ per noi un giorno storico – ha ribadito il sindaco Giuseppe Oliviero – per creare un rapporto solido con Betlemme. Il nostro è un dialogo per la pace che sosterremo in ogni modo.”

Testimoni dell’evento l’on. Gennaro Oliviero, presidente del Consiglio Regionale della Campania, alla presenza dell’avv. Raffaele Crisileo, Presidente per l’Estero dell’ Aglaia, per la sacralità della vita, nonché promotore dell’evento e relatore dell’iniziativa e del dr. Vincenzo Bellomo responsabile dei progetti sociali dell’Associazione Pro Terra Sancta (Sede di Betlemme).

Nel corso della manifestazione, alla presenza di assessori, consiglieri comunali e numerose altre personalità, per una dichiarazione d’intenti per il gemellaggio con un reciproco patto di amicizia tra le due Comunità, la firma congiunta dei due sindaci, Hanna Hanania per Betlemme, e per Portico di Caserta, Giuseppe Oliviero.

Alla cerimonia civile ha fatto seguito poi la Messa solenne nella chiesa di “S. Pietro Apostolo” presieduta dal Vicario Custodiale di Terra Santa padre Ibrahim Faltas, concelebrata con i sacerdoti don Enrico d’Agostino, Michele Verolla e Andrea Monaco.

“Un momento importante – ha rimarcato il sindaco palestinese Hanna Hanania, ortodosso – che servirà ad avviare percorsi comuni culturali e sociali nonché a intrecciare accordi di reciproca collaborazione. Ringrazio la cittadinanza di Portico di Caserta, sono entusiasta dell’accoglienza ricevuta e vi sentiamo molto vicini.”

“Il nostro obiettivo – ha confermato l’avv. Raffaele Crisileo, dell’Aglaia – è far trionfare il concetto di sacralità della vita e stamattina con questo evento ci siamo riusciti. L’incontro tra queste due Comunità è la prova che i valori di cui siamo sostenitori sono universalmente riconosciuti”.