Portico di Caserta: prescrizioni e divieti in occasione della Festa di Sant’Antuono

Festa di Sant'Antuono

E’ stata pubblicata all’albo pretorio online del Comune di Portico di Caserta l’ordinanza n.4 del 15.01.2020 con la quale il Comandate della Polizia Locale Colonnello Antonio Piricelli ha emanato una serie di prescrizioni, divieti e dinieghi in occasione della Festa di Sant’Antuono. Di seguito il testo dell’ordinanza:

PREMESSO  che in data 14.01.2021 è stata approvata la delibera di giunta comunale n.2 con la quale viene concesso il patrocinio comunale all’Associazione Promozione Sociale “tradizion cant e suon a Sant’Antuon” per iniziativa in onore di Sant’Antonio Abate.

In data 15.01.2021 con nota prot. n. 527 è pervenuta richiesta di autorizzazione per lo sparo dei fuochi di artificio trattenimenti pubblici pirotecnici per l’accensione di n.20 pezzi di granate per il giorno 24.01.2021 in località Piazza Palmieri.

CONSIDERATO che nel corpo della su citata delibera di giunta comunale n.2 del 14.01.2021 si da atto che a causa della pandemia da Covid-19 vige il divieto di svolgimento delle celebrazioni, se non quelle relative alla Santa Messa, né di manifestazioni pubbliche e quanto altro possa portare assembramenti della popolazione e che pertanto non può essere autorizzata alcuna forma di festività in onore di Sant’Antonio Abate;

Con la sopra citata delibera viene concesso il patrocinio comunale all’Associazione Promozione Sociale “tradizion cant e suon a Sant’Antuon”.

Nel corpo della stessa si da atto che ogni tipo di responsabilità sarà a carico dei responsabili organizzatori della suddetta iniziativa con esonero di ogni responsabilità per l’amministrazione comunale dando mandato ai responsabili dei servizi competenti del settore amministrativo e vigilanza di adottare i più opportuni provvedimenti al riguardo.

È necessario adottare tutte le precauzioni afferenti le norme di sicurezza finalizzate alla tutela della pubblica e privata incolumità ed alla salute dei cittadini;

VISTO il Decreto Legge n.2 del 14 gennaio 2021 Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021.

ORDINA

per le ragioni espresse in narrativa e che si intendono qui integralmente riportate nei giorni   15 – 16 – 17 – 21 – 24  gennaio 2021.

E’ FATTO ASSOLUTO DIVIETO di svolgere celebrazioni, né manifestazioni pubbliche e quanto altro possa portare assembramenti della popolazione ad eccezione di quelle relative alla Santa Messa così come previsto dal protocollo con la Conferenza Episcopale Italiana  del 07 maggio 2020;

E’ FATTO ASSOLUTO DIVIETO alla ditta, con relativo DINIEGO alla richiesta prot. n. 527 del 15.01.2021, di sparare fuochi di artificio trattenimenti pubblici pirotecnici il giorno 24.01.2021 in località Piazza Palmieri

PRESCRIZIONI

E’ FATTO INVITO al Sacerdote parroco della Chiesa di San Pietro Apostolo di rendere noto i contenuti del protocollo con la Conferenza Episcopale Italiana  del 07 maggio 2020, riguardante la graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo attraverso le modalità che assicurino la migliore diffusione ;

E’ FATTO OBBLIGO a tutti i partecipanti alla Santa Messa di :

  1. osservare in modo meticoloso e preciso tutte le norme antiCovid ;
  2. osservare la distanza interpersonale;
  3. indossare le mascherine avendo massima attenzione a coprirsi naso e bocca ;
  4. la misurazione della temperatura ai fedeli partecipanti alla Santa Messa;

E’ FATTO OBBLIGO al Presidente all’Associazione Promozione Sociale “tradizion cant e suon a Sant’Antuon , per favorire un ordinato svolgimento della celebrazione, di regolare il posizionamento dei partecipanti garantendo il distanziamento interpersonale così come previsto dalle normative vigenti in materia e l’uso di mascherine da parte dei partecipanti, attraverso l’utilizzo di collaboratori e/o volontari muniti di apposita mascherina che copra naso e bocca ;

E’ FATTO ASSOLUTO DIVIETO

di accesso al luogo della celebrazione della Santa Messa in caso di sintomi influenzali respiratori o in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai 37,5°C