Portico di Caserta, alla Dirigente Giuseppina Presutto il Premio Speciale don Milani educatore di Pace

Portico di Caserta, alla Dirigente Giuseppina Presutto il Premio Speciale don Milani educatore di Pace
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Giovedi 13 Giugno presso il teatro Colorito nella frazione di Caturano di Macerata Campania, si è tenuta la manifestazione di fine anno scolastico organizzata dall’Istituto Comprensivo “S. Giovanni Bosco” di Portico di Caserta diretto dalla bravissima Dirigente Giuseppina Presutto.

Gli alunni, insieme ai docenti, oltre ogni aspettativa hanno dato vita ad uno spettacolo che ha interpretato i personaggi della storia di don Peppe Diana celebrandone la memoria, nel trentennale della morte.

Un riconoscimento all’avv. Ciro Puglia autore del copione, amico dei bambini ed alla docente Serafina Ballistreri che lo ha adattato, completato e messo in scena curandone la regia.  Lo spettacolo, terminato con la magnifica interpretazione del brano – opera rock “Ama il prossimo” dedidato a Don Diana (opera della cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio, presente alla serata e che lo ha eseguito insieme agli alunni),  ha commosso tutti, tant’è che il pubblico si è alzato in piedi.

glp-auto-336x280
lisandro

Il progetto è stato realizzato grazie ai fondi PON di Agenda sud. Presente anche il referente di Libera provinciale Fabio De Gemmis, l’assessore alla Pubblica Istruzione Rossella Paba, la Pro loco, l’Associazione locale Carabinieri.

Al termine, dopo la consegna degli attestati e delle magliette agli alunni,  del  saluto del referente di Libera e quello della testimonial della Pace Agnese Ginocchio, è avvenuta la consegna della targa alla Dirigente Presutto del Premio Speciale “Don Lorenzo Milani Educatore di Pace”, conferito dal Movimento Internazionale per la Pace III Millennio della Provincia di Caserta – Regione Campania, ente promotore della storica mobiliazione della “Fiaccola della Pace”, di cui la Ginocchio è Presidente.

“La Dirigente scolastica ha a cuore il futuro dei suoi alunni, non poteva che essere la prima destinataria di questo premio, nel ricordo di Don Milani costruttore ed educatore di Pace, ideatore della Scuola di Barbiana, a 100 anni dalla nascita, il cui motto  “I Care” significa “mi interessa”, “ho cura di te” , l’esatto opposto del motto “me ne frego”. Lo scorso anno a conclusione della tappa della “Fiaccola della Pace” che a staffetta raggiunse tutti i plessi dislocati dell’I.C. “S.Giovanni Bosco” di Portico di Caserta, ne demmo notizia;  dopo un anno, proprio a conclusione dell’anno scolastico che ha visto la rappresentazione del recital su don “Peppe Diana” abbiamo consegnato la targa alla Dirigente, “impegnata da anni su questi percorsi”, poichè lo merita a pieno titolo.

Ci sembrava bello associare la figura di Don Milani a quella di Don Diana, poichè entrambi sono stati testimoni viventi della Pace, obiettando a ogni forma di violenza e di prevaricazione”. La Dott.ssa Presutto inoltre, già meritevole di altri riconoscimenti, è impegnata da anni sui percorsi di Pace, ha promosso diverse iniziative in collaborazione con il Movimento per la Pace, partecipando ai progetti di Solidarietà promossi dal citato ente sociale a sostegno degli indigenti e organizzando una raccolta pro Ucraina presso le sedi della sua scuola”. Poi in riferimento al recital su Don Diana concluso con il brano “Ama il prossimo”,

Agnese Ginocchio ha così esordito:”E’ stata una grande emozione vedere i bambini interpretare la storia di don Diana, una commozione vederli cantare ed interpretare il mio brano. Ero partita prevenuta poichè l’interpretazione non era facile, ma loro hanno reso tutto semplice, proprio come sanno fare i bambini (al contrario di noi adulti che rendiamo tutto difficile, anche le cose più banali, ecco, dovremmo imparare proprio da loro la lezione della semplicità..), ciò anche e soprattutto merito della prof.ssa Serafina Ballistreri che ha guidato la regia dell’intero spettacolo e la rappresentazione scenica del mio brano imparato in pochissimo tempo e non è cosa da poco. Grazie a tutti voi”! Ha concluso.
Alla presenza del rappresentante di Libera Fabio De Gemmis, la serata non poteva che terminare con un messaggio per i fatti accaduti a Casal di Principe all’indomani del rinnovo del Consiglio Comunale. Colpi di pistola sono stati sparati in aria e altri contro la casa del boss pentito Schiavone dove attualmente vi abitano i figli.

“Ai colpi di arma da fuoco rispondiamo con le nostre armi bianche, i nostri strumenti nonviolenti, con le nostre “Note di Pace” nel ricordo di Don Diana martire per la libertà e Testimone di Pace. C’e bisogno di Pace! Contro la prevaricazione, i gesti intimidatori e la violenza possiamo solo rispondere con l’azione contraria “la Nonviolenza” ( è stata indicata la Bandiera fatta tenere dai bambini).  La forza della Pace è la Nonviolenza, che si realizza con l’amore ed il rispetto verso il prossimo (di qui il titolo del brano “Ama il Prossimo”) , così avrebbe detto e agito don Diana il cui messaggio è stato ben interpretato dagli alunni nel recital a lui dedicato. Rendiamo viva la sua testimonianza e il suo esempio ogni giorno perchè c’è bisogno di Pace in questa martoriata sociètà.  Basta alla violenza! C’e bisogno di Pace in questo nostro tempo. Noi adulti lo dobbiamo fare e impegnarci a realizzarla ogni giorno, perchè abbiamo un dovere proprio verso questi bambini, assicurargli un futuro di Pace possibile e non di guerra e di sopraffazione!”