Premio Buone Notizie Scuola/Giovani – Targa Angelo Ferro Biblioteca Seminario Vescovile, 12 maggio alle ore 17.00

L’iniziativa rientra nella decima edizione del premio giornalistico nazionale Buone Notizie e premierà un video reportage sul tema “Inchiesta: la mia comunità, tra buone pratiche e cattive abitudini”.

Caserta – Alla vigilia della giornata mondiale delle comunicazioni sociali sarà consegnato nella Biblioteca del Seminario Vescovile di Casetta, il Premio Buone Notizie Scuola/Giovani – Targa Angelo Ferro. La cerimonia inizierà alle ore: 17.00.

La cerimonia avverrà al termine di un dibattito, dedicato al libro “Meno Male” di Gian Giacomo Schiavi, ispirato al Premio Buone Notizie di Caserta. All’incontro intitolato “Le buone notizie e le fake news” parteciperanno i giornalisti Gian Giacomo Schiavi del Corriere della Sera e Silvia Vaccarezza, del Tg2; i presidenti dell’Ordine dei giornalisti della Campania e del Sindacato unitario dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e Armando Borriello. Sarà presente il Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise.

L’incontro rientra tra i corsi di formazione per i giornalisti, e assegna 4 crediti a chi si iscrive tramite la piattaforma SiGef. «Meno male è il libro che dovremmo avere in tutte le case e su tutti i comodini – spiega Luigi Ferraiuolo, segretario generale del Premio Buone Notizie – Ci aiuta a capire come dovrebbe essere l’informazione, che troppo spesso ci sottrae tutti gli esempi positivi, capaci di rendere migliore il nostro mondo. Dieci anni fa, da Caserta, abbiamo cominciato questo cammino per cambiare l’informazione nel mondo e Gian Giacomo Schiavi ci ha fatto un bellissimo regalo, ma soprattutto lo ha fatto ai lettori. E ora continuiamo il nostro cammino con le scuole».

Il premio Buone notizie-scuola, intitolato all’imprenditore padovano Angelo Ferro, costruisce un ponte ideale con Padova tramite il fondatore della Civitas Vitae, una città in cui anziani e giovani vivono in simbiosi; prevede quattro categorie (primarie, medie inferiori e superiori e università) e altrettanti vincitori; per la prima volta viene assegnato in un momento diverso dalla cerimonia del Premio giornalistico, con l’intento di rendere protagonisti gli studenti e continuare un percorso che privilegia la buona informazione, le buone notizie e che stimola lo spirito critico degli studenti. «Di segnali positivi si avverte sempre più bisogno – sottolinea uno dei promotori del Premio, Michele De Simone, presidente dell’associazione Assostampa di Caserta – in una società avvolta da un sudario di cattive notizie che, purtroppo, esistono e vanno comunicate, ma non sono in maggioranza rispetto a quelle che esaltano la bellezza, l’ordine, la bontà, ritenute una normalità».