Prezioso dipinto di Marc Chagall ritrovato a trent’anni dal furto

Un quadro di immenso valore scomparso per 30 anni e poi ritrovato dall’Fbi, che ora potrà finalmente restituirlo agli eredi dei proprietari. Si tratta della tela “Otello e Desdemona” del pittore bielorusso naturalizzato francese Marc Chagall, scomparsa dall’appartamento newyorkese dei coniugi Hellers, allora ottantenni, nel 1988: da allora la preziosa opera d’arte era nascosta in un barile di una casa del Maryland e non era mai stata venduta perché il ladro non era mai riuscito a piazzarla.

Il dipinto, risalente al 1910, era stato acquistato dalla coppia negli anni venti e nel 1967 era stato esposto per un periodo anche in un museo di Zurigo. Nel 1974 il suo valore fu stimato nel corso di un’asta tra i 50 e i 65 mila dollari: oggi quindi dovrebbe valere molto di più. Il furto avvenne durante una vacanza di due mesi che gli anziani e ricchi coniugi trascorsero ad Aspen. Al loro ritorno trovarono la casa completamente ripulita: mancavano, oltre al quadro, anche gioielli, tappeti ed altri oggetti di valore. A rubare il quadro fu un operaio impiegato a lungo nella casa per occuparsi della manutenzione, che per l’occasione, conoscendo il modo per entrare nel lussuoso appartamento, ingaggiò un gruppo di rapinatori.

Per trent’anni il “nuovo proprietario” ha provato inutilmente di vendere “Otello e Desdemona”, poi, proprio in seguito all’ultimo tentativo, un gallerista gli consigliò di contattare l’Fbi e affidare il quadro agli agenti che lo avrebbero poi riconsegnato agli eredi degli Hellers.

E così è stato: il ladro, che non è mai riuscito a vendere l’opera perchè troppo famosa, ha potuto confessare il furto perché il reato è ormai andato in prescrizione. I legittimi proprietari hanno deciso di vendere il quadro e versare i proventi in parte all’assicurazione che risarcì i coniugi per il furto e in parte ad alcune associazioni no profit.

Loading...