Primo weekend di saldi invernali: i centri commerciali presi d’assalto

A La Reggia Designer Outlet boom di presenza: più di 30.000 persone hanno scelto i saldi “griffati”

Stamattina il Centro Commerciale Campania e La Reggia Designer Outlet sono stati presi d’assalto per l’apertura dei saldi invernali. Centinaia di auto già dalle prime ore del mattino hanno affollato i parcheggi delle due strutture commerciali che, nonostante siano molto capienti, hanno serie difficoltà ad accogliere questa marea di lamiere. Ovviamente il traffico nella zona è letteralmente impazzito e, man mano che passano le ore, sarà sempre peggio.

Per il terzo anno consecutivo è stata scelta la data del 5 gennaio per l’inizio dei saldi, che sono partiti in contemporanea quasi in tutta Italia, ad eccezione della Basilicata (2 gennaio), della Valle D’Aosta (3 gennaio) e della Sicilia (6 gennaio).

Trend più che positivo per la prima giornata di saldi a La Reggia Designer Outlet. I dati raccolti al Centro McArthurGlen di Marcianise (Ce) rivelano un incremento importante rispetto al 2018, quando il primo giorno di saldi registrò una chiusura con 30.000 presenze.

Chiuderemo questa giornata con più di 30.000 visitatori – dichiara Melina Paizi, Deputy Centre Manager La Reggia Designer Outlet  –. Già nel primo pomeriggio l’incremento è del 10% rispetto allo scorso anno. I saldi dureranno sessanta giorni. La chiusura è prevista per il 4 marzo e, nell’arco dei due mesi, la percentuale di sconto, che oggi raggiunge il 50% sul prezzo outlet, arriverà al 70%”.

Grande afflusso nei 142 negozi del Centro, quindi, dove i saldi “griffati” diventano non solo attesa occasione di shopping ma anche pretesto per una passeggiata piacevole tra i viali della Reggia Outlet, sempre più punto di riferimento per gli acquisti in Campania.

Saldi, i consigli degli esperti per evitare brutte sorprese:

Anche durante i saldi è possibile richiedere il cambio della merce. A questo proposito è utile conservare sempre lo scontrino. Se la merce è difettosa ed il cambio non è possibile, ad esempio perché l’articolo è esaurito, si ha diritto al rimborso del denaro;

è preferibile recarsi nei negozi nei giorni che precedono i saldi e prendere nota dei prezzi in modo da verificare l’effettività degli sconti applicati. Nei 30 giorni che precedono l’inizio ufficiale dei saldi è vietato praticare promozioni e sconti di altra natura;

è consigliabile servirsi in negozi di fiducia e diffidare dagli sconti oltre il 50% che potrebbero celare merci obsolete, difettose, o prezzi originali gonfiati;

i prezzi originali e gli sconti devo essere riportati in modo chiaro, inoltre la merce non in saldo deve essere esposta separatamente da quella scontata per non creare ambiguità;

i commercianti non sono obbligati a far provare i capi d’ abbigliamento, ciò è rimandato alla loro discrezionalità;

anche nel periodo di saldi i negozi sono obbligati ad accettare pagamenti elettronici senza ulteriori oneri per gli acquirenti, per i pagamenti oltre i 30 euro i negozianti non possono rifiutare pagamenti con carte di credito e bancomat.