Protocollo “Zeus Caserta”, il 14 febbraio la firma dell’accordo tra CAM e Questura

GIORDANI
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Il protocollo “Zeus Caserta” sarà firmato e presentato mercoledì 14 febbraio alle ore 11:00 presso la sede del CAM a Caserta in via San Gennaro 4, ex Caserma Sacchi. L’accordo tra il CAM Caserta e la Questura del Capoluogo è uno strumento di prevenzione per la Promozione del Percorso di Trattamento, in Materia di Maltrattamenti, Atti Persecutori, Violenza Sessuale.

Un percorso trattamentale affinché i soggetti ammoniti possano acquisire la consapevolezza delle proprie condotte. Si sperimenta il recupero educativo e riabilitativo evitando la corsia punitiva.

glp-auto-336x280
lisandro

Il C.A.M. CASERTA “Centro di Osservazione Trattamento e Recupero dei Maltrattanti e degli Autori dei Reati”, nell’erogazione delle attività, seguirà le linee guida per lo sviluppo di standards per i programmi che operano con autori di condotte di violenza domestica “WWP- Work With Perpetrators ofdomestic violence in Europe”; garantirà percorsi individualizzati di recupero e riabilitazione per gli autori di reati di violenza domestica e di genere; realizzerà piani individualizzati di recupero, che possono prevedere anche attività di gruppo, tenendo documentazione delle quantità di presenze e qualità della partecipazione.

Alla firma del protocollo parteciperanno: il Sindaco di Caserta, Carlo Marino; il Presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca; il Comandante della Polizia Municipale di Caserta, Antonio Piricelli; l’Assessore Polizia Locale e Protezione Civile, Massimiliano Marzo. Interverranno: Pina Farina, Presidente CAM Caserta Centro Osservazione e Trattamento Uomini Maltrattanti; Andrea Grassi, Questore di Caserta; Mario Grassia, Responsabile della Divisione Anticrimine, Primo Dirigente della Polizia di Stato; Maria Laura Forte, Direttore Ufficio Esecuzione Penale Esterna Caserta; Fernanda D’Ambrogio, Avvocato.

Il C.A.M. CASERTA al suo interno gode del “Presidio Criminologico Territoriali “è in grado di monitorare gli utenti per i successivi ventiquattro mesi a conclusione del percorso di trattamento

La Presidente del CAM Caserta dott.ssa Farina si dice orgogliosa di questa sinergia creatasi con la Questura per la realizzazione di uno strumento che aiuta e protegge le donne, ma soprattutto utilizzare uno strumento di prevenzione per eccellenza che nasce con l’obiettivo di rieducare e prendersi cura di chi agisce violenza dalla gestione delle emozioni al controllo dei propri impulsi.