Scuola, in provincia di Caserta centinaia di cattedre ancora non assegnate

Le vacanze in particolare nelle scuole Medie e nei Licei ad indirizzo musicale

Da settimane prosegue, in Provincia di Caserta, un inspiegabile blocco degli assegnamenti alle cattedre nelle scuole Medie e Licei ad indirizzo musicale.  Col risultato che, a tutt’oggi, centinaia di cattedre risultano non assegnate.

A settimane di apertura delle scuole, migliaia di alunni delle scuole ad indirizzo musicale della provincia di Caserta rimangono ancora senza docenti. E questi ultimi rimangono senza lavoro, quando le scuole hanno assoluta necessità di loro.

Esasperati da tanto ritardo, i tanti docenti precari delle materie musicali hanno scritto un accorato appello al dottor Vincenzo Romano, direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Caserta, e alla dottoressa Luisa Franzese, direttrice dell’ Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.

Ecco il testo della lettera, con l’elenco dei firmatari

Gentilissimo dottor Vincenzo Romano,

Le scriviamo a nome di tutti i precari che hanno sottoscritto questo documento.

Ancora di più rispetto agli altri anni, i precari stanno subendo mortificazioni non solo professionali, che è già gravissimo, ma anche lavorative. Grazie alle nuove GPS, infatti, quest’anno scolastico ha portato con se non solo vecchie ma anche nuove criticità che per i precari rappresentano un destino infausto.

Ai problemi legati alla valutazione dei titoli, in special modo quelli delle classi di concorso di strumento musicale, già a Lei comunicati e non ancora risolti, si aggiunge il ritardo enorme che registriamo nel conferimento delle supplenze.

A oggi i precari delle classi di concorso di strumento musicale sono ancora senza supplenze; ovviamente può immaginare cosa ciò comporta per le nostre famiglie, e al diritto all’istruzione di migliaia di alunni delle scuole Medie e Licei ad indirizzo musicale.

Lei sa bene che a questi ritardi si devono sommare poi, quelli che si produrranno dalla verifica che le scuole devono operare prima di attribuire una supplenza. Bisogna aggiungere che, vista la curva dei contagi in aumento, il tutto potrebbe subire un’ulteriore rallentamento che recherebbe grave danno alle nostre famiglie.

Ci rivolgiamo a Lei perché rimuova ogni ostacolo per l’attribuzione e di una giusta valutazione dei titoli musicali e, soprattutto, per l’attribuzione delle supplenze ai precari.

non possiamo più aspettare, abbiamo bisogno di lavorare, e le scuole hanno bisogno di noi.

Firma:

Emilio Di Donato

Ciallella Biagio

Riccardi Pietro

Bencivenga Rosaria

Monetti Giuseppe

D’Allocco Sara

Carotenuto Raffaela

Lepore Ivan

De Santis Antonello

Apuzzo Alfredo

Giovanni Re

D’Arienzo Antonio

De Domenico Carmine

Caruso Ippolito

Caldarella Giovanna

De Robbio Giovanni

Manna Gianfranco

Aiezza Giovanna

Trezza Adele

Rossi Raffaella

Mattiello Francesco

Carlone Angelo

Tramontozzi Francesco

De Martino Lorenzo

Eroico Rosalba

Ferraro Giovanni

Gravina Francesco

Emanule Del Prete

Birnardo Domenico

Formisano Mario

Russo Rosita

Barbato Marco

Cibelli Gennaro

Santucci Cristian

Iannuccilli Davide Alessandro

Antonio tamburro

Pulvirenti Alessia

Forgetta Almerinda Mena

Papa Gerardo

Cembalo Marina

Corso Francesco

Scialdone Angelo

Orabona Nicola

De Falco Felice

Rea Giovanni

D’Anna Michele

Francescone rosa

Venoso Genoveffa

Pignatelli Rosario

Scotti di Carlo Rosario

Iaquinta Ilaria

Aurilia Orazio

Carmine Del Canto

Pagliano Ernesto

Mirabelli Fabio

Lucci. Pasquale

Bucci Giacomo

Reda Amoresano Davide

Di Sciorio Girolamo

Cusano Fulvio Luigi

Izzo Antonio

Saltarelli Giuseppe

Manna Maria

Luigi D’Arienzo

Cipriano Antonello

Lucia Piscitelli

Luigi Pelosi