A Puccianiello tombini “raccoglitori” per i bisogni dei cani

Caserta – Ci ritroviamo di nuovo a parlare di arredo urbano, anzi della sua assenza, ma non è solo una questione di arredo o decoro urbano, piuttosto di funzionalità e civiltà. Sono quelle seppur piccole mancanze che guastano però la qualità della vita di un quartiere, di una zona della nostra città. La segnalazione sul gruppo social di Facebook di Caserta, Ciò che vedo in Città con relativa fotografia da parte di un cittadino, Pietro Assirelli ci mostra una serie di tombini aperti in via SS Nome di Maria a Puccianiello, traboccanti di sacchetti dei bisogni di cani ben richiusi e adagiati nel “buco” uno sull’altro.
“Bisogna educare prima i padroni e poi i cani. Trovata la soluzione per le cacche. Tombini pieni in Via SS. Nome di Maria” pubblica ironico Assirelli. E come potremmo dargli torto. E’ vero che purtroppo la zona non presenta cestini dei rifiuti, nè gli ordinari, nè tantomeno quelli deputati alla raccolta degli escrementi, ma sarebbe buon costume di civile convivenza urbana, per ogni proprietario di animale, in mancanza di basket per il deposito dei bisogni, di riportare le bustine con sè e provvedere autonomamente allo smaltimento.
Loading...