“Chi è pulcinella?” di e con Juri Monaco a Capua domenica 10 dicembre per FaziOpenTheater

GIORDANI
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Capua – Quarto spettacolo in programma per FaziOpenTheater, la rassegna giunta alla VI edizione nella stagione teatrale 2023 -2024. Domenica 10 dicembre alle ore 19:00 andrà in scena lo spettacolo teatrale comico – brillante dal titolo “Chi è pulcinella?” di e con Juri Monaco.

“Chi è pulcinella” rientra nella Sezione Teatri d’Inclusione curata da Fausto Bellone per FaziOpenTheater, la Rassegna  Nazionale di Teatro – Danza – Arti Performative ideata e con la direzione artistica di Antonio Iavazzo e l’organizzazione generale di Gianni Arciprete.

LORETOBAN1
LORETOBAN1
previous arrow
next arrow

Lo spettacolo andrà in scena presso la Sala Teatro del Palazzo Fazio in via Seminario, 10 a Capua. Per informazioni e prenotazioni:
Fausto Bellone: 3456129167 – nonsolosiparioproduzioniteatrali@postecert.it;
Antonio Iavazzo: 3389924524 – info@antonioiavazzo.it;
Gianni Arciprete: 3343638451 – gianniarciprete@libero.it.

“Chi è Pulcinella?” è scritto, diretto ed interpretato da Juri Monaco.

Note di regia

È un viaggio immaginario nella storia e nell’anima di Pulcinella, il racconto di una storia che ha origini circa duemila anni fa partendo dalla Fabulae Atellane fino a giungere a Petito. Ma non mancano i retroscena i misteri che da secoli aleggiano intorno alla figura del Cetrulo. Per la prima volta si racconta un Pulcinella senza maschera con le sue stramberie e le sue angosce. Lo spettacolo vuole essere anche un omaggio alla Commedia dell’arte periodo florido e rivoluzionario per il teatro italiano, infatti oltre a Pulcinella saranno presenti in scena tutte le maschere napoletane più rappresentative: ” Matamoros, Scaramuccia, Tartaglia, Teresina, Maccus e Felice Sciosciammocca”. È un esilarante e commovente One Man Show dove un unico attore vestendo i panni del mattatore interpreta ben otto personaggi. La Messinscena è un crogiuolo di storia, tradizione, versatilità ed amore profondo per la nostra terra.