Quali sono le maggiori minacce per la Cyber Security nel 2021?

Quali sono le maggiori minacce per la Cyber Security nel 2021

Complice, la pandemia, tutti  abbiamo iniziato ad usare il web, i social e le piattaforme di video calls per motivi di lavoro, studio o semplicemente per rimanere in contatto con i nostri amici e parenti.

Infatti, se nel 2020, non tutti eravamo abituati ad usare il web quotidianamente, essere presenti ed attivi online, nel 2021 è diventato un trend, radicato nella maggior parte della popolazione mondiale.

Molte persone sono in smart working, tanti studenti seguono le lezioni attraverso la didattica a distanza e la maggior parte degli utenti fa quotidianamente shopping online: inutile dirlo, passiamo la maggior parte del nostro tempo, connessi!

Ovviamente, questo nuovo comportamento da parte degli utenti porta con sé, sia dei pro che dei contro.

Infatti, se da un lato, navigare sul web è un’opportunità che ci permette di essere raggiungibili e di entrare in contatto anche con persone dall’altra parte del mondo, dall’altro lato, rappresenta una minaccia, perché potremmo incorrere in problemi legati alla sicurezza informatica.

Vediamo insieme quali sono i modi per tutelare la nostra presenza online:

  • Evita di connetterti a  reti pubbliche perché spesso gli hacker ne creano alcune con nomi simili a quelle di hotel e negozi proprio perché l’utente conoscendo queste location, si fida e accede alla rete senza dovute precauzioni
  • Naviga in sicurezza, attraverso una connessione in VPN Usando una VPN, rete privata virtuale crittografata, le tue attività online saranno protette e criptate dagli attacchi da hacker e pirati informatici che vogliono intercettarle.
  • Evita  di tenere attiva la connessione quando non ne hai bisogno, perché seppur in minima parte i tuoi dati vengono trasmessi alle reti vicine.

Quali  sono le maggiori minacce informatiche?

Sicuramente il furto di dati, attraverso l’uso di virus, malware e spyware.

I virus sono dei programmi capaci di replicarsi in maniera automatica, attaccano un file integro, diffondendosi nell’intero sistema informatico, corrodendo tutti i file ed infettando il computer.

I malware sono dei software malevoli, creati da hackers, per danneggiare o compromettere il sistema informatico di un utente: sono spesso  diffusi  tramite email.

Gli spyware sono dei programmi che registrano le azioni dell’utente, a sua insaputa: in questo modo gli hackers entrano in possesso di  dati sensibili e privati.

Sicuramente, smettere di fare azioni online, lavorare in smart working o fare video calls non sono soluzioni al tuo problema: evitare la tecnologia non è un modo di tutelarsi, ma sarebbe una barriera per il tuo lavoro e le  tue relazioni.

Quindi, non devi  assolutamente smettere di navigare sul web, di fare shopping online o di fare video calls con i tuoi amici, ma devi tutelare te e i tuoi dati sensibili.

Seguendo questi suggerimenti, potrai lavorare da remoto o connetterti anche da un luogo pubblico, senza dover temere attacchi informatici o crimini verso la tua privacy e  la tua persona.

La tecnologia e l’innovazione sono delle opportunità da saper cogliere, ma che appunto devono essere legate ad un comportamento etico e di tutela.

Stiamo vivendo la Quarta Rivoluzione Industriale, un periodo di forte cambiamento che apporterà numerose scoperte per quanto riguarda l’innovazione e  la tecnologia, in un lasso di tempo minimo.

Vivremo quindi, in  un mondo sempre più connesso, per questo è meglio tutelarsi sin da subito e navigare sicuri per evitare di incorrere in problemi futuri.

E tu cosa ne pensi? Trascorri molto tempo navigando online? Sei in smart working o smart learning?