“Se questa è una donna”, a Caserta una giornata d’arte dedicata a Daniela Carrasco, vittima di femminicidio

Daniela Carrasco

Lunedì 25 novembre alle ore 18:00 si svolgerà l’evento “Se questa è una donna”, una giornata d’arte dedicata a Daniela Carrasco al Museo d’Arte Contemporanea per celebrare la Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne. Esposizione a cura di Lucia Palazzo con le opere di Lucy Suarez, Alessia Marino, Maria Teresa De Cristoforo, Noemi Saltalamacchia, Rosanna De Lucia.

A seguire concerto di Gloria D’Alterio e Francesca Paola Zaza D’AulisioDal 500 al Contemporaneo” e slam poetry con Luna Sibilio, Milena Di Rubbo, Stella Iasiello, Maria Pia Dell’Omo, Athena Vrki. In chiusura di serata ci sarà il “Monologo dell’alfabeta”, performance teatrale di Ottavia Amante della Compagnia Teatrale Fabbrica Wojtyla.

Daniela Carrasco

Violentata, torturata impiccata ed esposta, cadavere, come un trofeo“. Così il collettivo femminista “Ni una de menos” ha denunciato la morte di Daniela Carrasco 36 anni, artista di strada nota come il ‘mimo‘ e ritrovata impiccata a una recinzione alla periferia di Santiago, in Cile, lo scorso 20 ottobre.

L’ultima volta che è stata vista in vita, Daniela, era stata fermata dalla polizia cilena nell’ambito delle proteste che hanno letteralmente incendiato il Cile questo autunno in cui, per la prima volta dalla dittatura di Pinochet, l’Esercito ha invaso le strade con i carrarmati, proclamando il coprifuoco. Il sospetto è che Daniela sia stata violentata e uccisa dagli stessi agenti che l’hanno fermata come atto politico dimostrativo contro chi si ribella al regime del presidente Sebastián Piñera, di cui si invocano le dimissioni.

 

Loading...