Raccolta rifiuti a Caserta, i dipendenti Ecocar proclamano lo sciopero

Caserta – Il servizio di raccolta rifiuti nel capoluogo sarà fermo il prossimo sabato 19 maggio, data scelta dai dipendenti del Consorzio Ecocar Ambiente per proclamare una giornata di sciopero. Alla base della decisione le tensioni tra dirigenza e parte del personale, dovute in particolare ad una richiesta di assemblea sindacale in orario retribuito presentata dal sindacato Usb e negata dall’azienda in quanto ritenuta, come si legge nella nota inviata al sindaco Marino, al Prefetto e all’azienda stessa, “irricevibile per mancanza assoluta dei requisiti previsti dalla legge in materia di rappresentanza sindacale”. In un’altra comunicazione inviata dal sindacato Usb si fa inoltre riferimento allo stato di agitazione proclamato dai lavoratori a far data dallo scorso primo maggio.

“La giornata di sciopero” si legge ancora “sarà distribuita su tutti i turni per tutti i dipendenti della Consorzio Ecocar Ambiente. La scrivente O.S. garantirà i servizi pubblici essenziali nei settori specifici quali individuati dalla l.146/90 come modificata dalla l. 83/2000. Sempre con la presente si invita la direzione aziendale della Consorzio Ecocar Ambiente S.C.A.R.L. a voler comunicare tempestivamente ai committenti ed ai beneficiari del servizio la notizia della proclamazione dello sciopero e ancora a voler pattuire con essi e con la scrivente O.S. le forme ed i modi per la garanzia dei servizi pubblici essenziali”.