Red Saturday a Caserta. Marcia unitaria di Cgil, Cisl e Uil, corteo in memoria di Noi Voci di Donne e l’iniziativa di Confesercenti

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

1000 partecipanti provenienti dal mondo della scuola, dell’associazionismo, della politica, della cultura

E’ previsto per sabato 25 novembre 2023 a Caserta il corteo in memoria delle donne vittime di violenza organizzato da Noi Voci di Donne con il patrocinio del Comune di Caserta.

All’iniziativa hanno aderito l’Istituto d’Arte di San Leucio, l’ITIS F. Giordani, ISISS RIGHI Nervi Santa Maria Capua Vetere, Paperopoli Scuola dell’Infanzia, Insieme Oltre l’Autismo, L’Eden, Anpit Campania, Agnese Ginocchio, Biblioteca Tifatina, Dea Musica, attivi e Solidali, CAM Caserta, Protezione Civile, Tiger’s Style, Noi Donne Prima di Tutto.

glp-auto-336x280
lisandro

Il Corteo partirà dallo Stadio Pinto alle ore 10:00 e percorrerà il centro storico di Caserta sostando a Piazza Vanvitelli e Piazza Dante per improvvisare un flash mob contro la violenza per poi riprendere il corteo e avviarsi verso la Reggia di Caserta dove chiuderanno con un flash mob e un un’opera di Agnese Ginocchio.

Ad accoglierli, il Sindaco Carlo Marino, la consigliera Regionale On Maria Luigia Iodice, l’Europarlamentare Chara Maria Gemma che chiuderanno i lavori con i partecipanti del corteo. La Presidente Pina Farina: “Ringrazio quanti hanno aderito alla nostra iniziativa coinvolgendo tanti giovani, alla luce delle ultime vicende nazionali abbiamo la certezza che il silenzio è il peggiore nemico delle donne

Di seguito le iniziative promosse dalla CGIL Caserta.
Le donne che pagano il prezzo più alto nelle guerre, le donne vittime di violenza, discriminazioni, sfruttamento e disuguaglianze, le donne vittime di femminicidio, per mano degli uomini.

Insieme, in piazza, per contrastare la cultura patriarcale che violenta, uccide ed emargina le donne. Il primo appuntamento sarà la marcia unitaria con CISL e UIL, patrocinata dal Comune di Caserta, che partirà da piazza della prefettura alle 18,00, con una fiaccolata silenziosa contro il rumore delle bombe, fino a piazza Gramsci( Flora), dove deporremo dei fiori e una corona di alloro per Giulia.

A seguire, alle 19,00, il flashmob con le associazioni, dove saranno previsti interventi e dove ” faremo rumore“, per Giulia e per tutte le donne emarginate, violentate, uccise in ogni angolo del mondo.

Anche la Camera di Commercio con il Presidente Tommaso De Simone e il Comune di Caserta con il Vicesindaco Emiliano Casale aderiscono all’iniziativa della Confesercenti Provinciale di Caserta.

“La nostra è un’associazione in cui le donne rivestono importanti ruoli ed il loro contributo è fondamentale. Nel commercio, nel turismo e nei servizi un terzo delle imprese è donna. – commenta il Presidente provinciale di Confesercenti Caserta Salvatore Petrella – Molto spesso la violenza perpetrata nei confronti delle donne è subdola, celata dietro buone maniere.

Come associazione, il 25 novembre vogliamo esserci anche noi. In prima fila a fare quadrato in difesa delle donne. Una presenza collettiva, alla quale a tutte le nostre imprenditrici ed imprenditori chiediamo di aderire.
Dopo il black friday, ci sarà il nostro Red Saturday.

Una cornice quadrata rossa da esporre sulle nostre vetrine in tutta Italia. Un modo per dire a tutte le donne che passeranno ai nostri negozi “noi facciamo quadrato intorno a voi”.
In questi giorni – conclude Petrella – abbiamo distribuito la nostra locandina ai nostri iscritti invitando gli stessi ad esporla in segno di solidarietà su tema di vitale importanza”.