Reddito di cittadinanza, arriva il bonus per le imprese che assumono: invio richieste dal 15 novembre

Al via gli incentivi Inps alle assunzioni dei beneficiari del Reddito di cittadinanza, con il  modulo per le domande disponibile dal 15 novembre.

L’Inps nazionale, infatti, ha comunicato le procedure e le modalità di erogazione dell’agevolazione a favore delle imprese che assumeranno beneficiari del Rdc.

La presentazione delle domande di accesso al beneficio potrà avvenire a partire dal prossimo 15 novembre 2019, data in cui sarà disponibile sul portale dell’Ente Previdenziale il modulo per le richieste (modulo SRDC, acronimo di Sgravio Reddito Di Cittadinanza).

Dopo l’entrata in funzione della figura del Navigator e il via libera all’attivazione dei Progetti di pubblica utilità da parte dei Comuni, il Reddito di cittadinanza si arricchisce così di un ulteriore tassello che dovrebbe, secondo le intenzioni dei legislatori, favorire l’ingresso nel mondo del lavoro dei beneficiari dell’assegno.

Bonus per le imprese, come funziona:

Le imprese che assumono beneficiari del Reddito di cittadinanza potranno ricevere un bonus dall’Inps sotto forma di esonero dai contributi previdenziali.

L’incentivo, già previsto dalla legge n° 26/2019 istitutiva del Rdc, sarà calcolato in base alla minor somma tra l’assegno mensile del RdC erogato al nucleo familiare, il tetto di 780 euro al mese e i contributi previdenziali/assistenziali versati dal lavoratore e dal datore di lavoro in caso di rapporto di lavoro a tempo pieno.

Un dettaglio importante, quest’ultimo, in quanto, nel caso di una assunzione a tempo pieno che viene successivamente trasformata in part-time, l’importo dello sgravio previdenziale sarà proporzionalmente ridotto.

L’importo massimo del bonus non potrà comunque superare i 780 euro mensili e sarà riconosciuto per il periodo equivalente alla differenza tra i 18 mesi totali di reddito e le mensilità già godute dal beneficiario che viene assunto, con un minimo riconosciuto di almeno cinque mensilità.

Nel citato messaggio dell’Inps si specifica inoltre che, al momento della presentazione della domanda, l’azienda dovrà dichiarare se il lavoratore assunto svolgerà un’attività coerente con il percorso stabilito dal Patto di formazione individuale in quanto, in questo caso, una parte dell’incentivo dovrà essere riconosciuto anche all’Ente di formazione che ha contribuito alla riqualificazione del lavoratore.

La domanda sul sito INPS a partire dal 15 novembre

La domanda per ottenere l’incentivo potrà essere presentata on line dalle imprese interessate a partire dal prossimo 15 novembre 2019, quando l’Inps renderà disponibile nel Portale Agevolazioni del sito web istituzionale il relativo modulo SRDC, acronimo di Sgravio Reddito Di Cittadinanza.

Prima di inviare la domanda di accesso all’agevolazione, il datore di lavoro dovrà aver comunicato la disponibilità di posti per assunzioni attraverso la sezione dedicata al Reddito di cittadinanza della piattaforma ANPAL e calcolare l’importo e la durata per il quale si richiede lo sgravio, da comunicare contestualmente all’invio della richiesta.

Loading...