Reggia di Caserta: al via i lavori sulla cancellata e sugli alberi del Parco Reale su corso Giannone

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Al via i lavori alla fascia orientale del Parco Reale della Reggia di Caserta che affaccia su corso Giannone. Inizieranno entro qualche giorno gli interventi previsti nell’ambito del progetto “Restauro e valorizzazione del Parco della Reggia di Caserta” finanziato con fondi rinvenienti dalla programmazione 2007-2013, relativi a risorse del Pon Attrattori culturali, naturali e turismo FESR 2007/2013 per un importo pari a 998425,98 euro.

L’area confinante con il centro cittadino si auspica possa trasformarsi così in un “confine di opportunità”, una zona di vicinanza, contiguità e connessione tra il Museo verde e la città di Caserta per condividere il fine comune della bellezza. Nel dettaglio, i lavori prevedono due differenti linee di attività: la valorizzazione della componente vegetale e il restauro della componente architettonica relativa alla cancellata e alle murature, con lo spostamento dell’accesso al Parco Reale in piazzetta S. Antonio.

glp-auto-336x280
lisandro

La riqualificazione riguarderà tutta la fascia orientale (mezzo ettaro di bosco) del Museo verde e, nell’assicurare il miglioramento delle condizioni statiche, il muro, la cancellata, i cancelli e i pilastri. L’intervento riguarderà anche le due ali di accesso dallo slargo di fronte alla chiesa con un sistema integrato di accoglienza e comunicazione e con la realizzazione di una nuova struttura per un’adeguata area di controllo del flusso dei visitatori e la collocazione, successiva, di un punto di distribuzione automatizzata dei biglietti.

L’intervento sulla componente vegetale lungo corso Giannone, oltre alle opere sulle alberature, prevede il recupero dell’aiuola preesistente e la realizzazione di una nuova fascia di fioritura stagionale lungo il confine quale graduale avvicinamento alla meraviglia del Parco.

L’accesso al Museo verde della Reggia di Caserta, anche sfruttando “l’abbraccio” della conformazione ad emiciclo di piazzetta S. Antonio, sarà così a tutti gli effetti un luogo di accoglienza e di interconnessione tra la Reggia di Caserta, Museo d’indubbio valore internazionale, e la città.

“Passo dopo passo, tassello dopo tassello, stiamo dando seguito agli impegni presi – ha detto il direttore Tiziana Maffei – Ringrazio lo staff del Museo, che con dedizione, responsabilità e professionalità, sta portando avanti le molteplici progettualità in corso nel Complesso vanvitelliano”.