Reggia di Caserta, terminato il restauro delle lanterne sulla facciata principale

“La magia di questo luogo non fa dono della bacchetta magica che tanto desideriamo, ma sollecita un impegno costante e responsabile. Piccoli ma continui passi che richiedono tempo, attenzione, conoscenza, gestione amministrativa, competenze tecniche, capacità artigianale… E’ stato cosi completato il restauro di otto lanterne del Palazzo Reale“!

Esordisce così la nota che comunica il termine del restauro dei lampioni all’ingresso del Monumento.

I lampioni sono stati ricollocati in corrispondenza degli androni laterali all’ingresso principale della facciata. Quattro illuminano la facciata esterna, quattro quella interna.
Un altro piccolo tassello del mosaico di attività che coinvolgono lo staff museale, imprese e artigiani nell’enorme cantiere del complesso monumentale. Seguiranno in altri stralci di finanziamento gli interventi sulle restanti lanterne in facciata, nei cortili e lungo la galleria porticata “cannocchiale”.

Il restauro ha visto la rimozione delle vernici ossidate e compromesse, il consolidamento dei sostegni metallici delle lanterne, la sostituzione dei vetri con nuove lastre in supporto safety, e il ripristino dei corpi illuminanti.

L’intervento è stato preceduto da analisi diagnostiche eseguite dal CIRCE Laboratories del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, fondamentali nell’indirizzare le scelte da operare e identificare i materiali costitutivi delle lanterne: quelle in facciata costituite da una lega in ottone, quelle interne (sul 1° e 4° cortile) in rame.

I lavori rientrano tra le attività del Capo A – FSC e sono stati eseguiti dalle ditte F.lli Navarra srl e I.CO.RES.

I lampioni, riposizionati al loro posto, saranno accesi tutte le sere.