Reggia di Caserta, vigilanza dotata di veicoli elettrici per aumentare la sicurezza. Ecco le idee in cantiere

Caserta – si è tenuto ieri l’incontro, il secondo, tra i sindacati ed il Direttore generale dei Musei Antonio Lampis per discutere del futuro della Reggia di Caserta, in particolare del tema della sicurezza.

Da quanto è trapelato, si è discusso riguardo la vigilanza: pare sia stata accantonata l’idea dell’ex direttore del monumento Mauro Felicori di di affidare il servizio di controllo notturno ad una ditta privata, ciò per evitare di incidere troppo sulle casse.
La nuova idea è di sostituire le postazioni di presidio fisse con unità mobili dotando gli agenti di veicoli elettrici all’interno del parco.

La questione passerà adesso nelle mani di Graziano, delegato di Lampis, che avrà il compito di scendere nel concreto e concludere le trattative.

Sul tavolo rimangono altre tematiche, che saranno affrontate prossimamente, care ai dipendenti della Reggia di Caserta: dagli orari di lavoro e l’introduzione del moderno sistema di rilevamento delle presenze “Europaweb” per abbandonare definitivamente i fogli di firma.