Regione Campania, se i dati reggono si ritorna in classe fino alla prima media dopo Pasqua

Scuole in Campania, il Tar ha deciso, entro il 1 febbraio ritornano in classe anche le superiori

Dopo Pasqua è possibile la riapertura delle scuole fino alla prima media. Ovviamente verificando l’andamento del contagio”.

Lo ha dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

“Possiamo essere fiduciosi perché la stragrande maggioranza del personale scolastico è stato vaccinato (almeno con la prima dose) – ha continuato il presidente – Abbiamo quindi creato una condizione di base di maggiore sicurezza.

Se avessimo avuto un vaccino somministrabile ai ragazzi sopra i 16 anni avremmo potuto completare tutto il mondo della scuola, che è, senza ombra di dubbio, una priorità”.

La decisione molto probabilmente dopo che ieri, domenica 29 marzo c’era stata la protesta “delle campanelle” davanti la sede della Regione in via Santa Lucia a Napoli.

Secondo l’Ansa “Decine e decine di campanelle hanno suonato per chiedere l’immediata riapertura delle scuole. Così hanno deciso di protestare oggi i genitori No Dad dell’associazione Scuole Aperte Campania.

Genitori e figli si sono ritrovati per chiedere che la Regione si adegui alle indicazioni del Governo Draghi e riapra le scuole che in Campania dall’inizio dell’anno scolastico sono state in presenza pochissime settimane in virtù di ordinanze regionali.

In coro i genitori hanno letto l’articolo 34 della Costituzione che sancisce il diritto all’istruzione. Sullo sfondo della piazza un grande striscione che dice: “Scuole chiuse: un crimine di pace”. (ANSA).