Regione Campania: nessuna ordinanza per chiudere le scuole nonostante l’aumento dei casi di Covid

Si è tenuta oggi l’attesa riunione dell’Unita di Crisi della Regione Campania dalla quale si attendeva una decisione in merito ad una nuova chiusura delle scuole, in particolare di quelle secondarie, a causa dell’aumento dei contagi rilevato da lunedì 1 febbraio, giorni in cui è ripresa la didattica in presenza nella regione.

Nessuna ordinanza è stata emessa, almeno per il momento, dal Governatore Vincenzo De Luca ma la decisione di tenere aperte le scuole oppure di tornare alla DAD è demandata alle singole realtà locali: la valutazione verrà demandata a prefetti e sindaci, almeno fino a nuovo ordine.

La notizia è stata diffusa dalla stessa Regione Campania attraverso un breve comunicato si Facebook, a cura dell’Unità di Crisi, in cui l’ente ha anche annunciato l’inizio della campagna di vaccinazione per il personale scolastico:

l’Unità di Crisi della Regione Campania, riunita per esaminare l’evoluzione dei contagi in relazione al mondo della scuola, valutato il costante e crescente aumento dei casi registrati in tutte le fasce d’età, invierà a tutti i Prefetti e ai Sindaci il grave quadro epidemiologico regionale registrato, in termini generali, nonché in ambito scolastico, affinché si valuti per ogni singola realtà locale il necessario passaggio alla didattica a distanza fino alla fine del mese di febbraio.

Contestualmente, con l’arrivo programmato del vaccino AstraZeneca, partirà a breve la campagna di vaccinazione riservata al personale scolastico, come da protocollo attuale, per docenti e non docenti di età inferiore ai 55 anni, e progressivamente fino alla copertura totale, anche oltre i 55 anni.