La Campania resta in zona rossa, la Cabina di Regia del Governo si è espressa

La lettura dei dati della Regione Campania dei giorni scorsi aveva fatto sperare in un cambiamento di colore dopo Pasqua, ma la Cabina di Regia del Ministero della Salute ha detto No!

A quanto pare al contrario di quanto sperato, i dati ad oggi risultano essere peggiori di quelli della scorsa settimana: è l’indice di contagiosità a circa 1,3 ad aver suggerito all’organismo di monitoraggio di lasciare la Campania ancora in rosso. benché buona parte dei risultati del monitoraggio settimanale non erano particolarmente allarmanti. Ora si attende soltanto il provvedimento di conferma del ministro della salute Roberto Speranza.

Come ogni venerdì, i dati del ministero sulla curva pandemica e Rt stabiliscono i nuovi colori delle regioni che, comunque, non potranno più tornare in giallo almeno fino alla fine del mese, come previsto dal nuovo decreto che entra in vigore il 7 aprile.

E come stabilito, da sabato 3 aprile scattano invece i tre giorni di zona rossa per le festività pasquali. I colori delle regioni stabiliti oggi entrano quindi in vigore da martedì 6 aprile.

Campania ancora in zona rossa

La Campania dunque rimanere in rosso, e quindi con le attività commerciali chiuse, con la ristorazione limitata al delivery e i bar all’asporto. Mentre il Veneto spera di passare in arancione. Si va invece verso la riconferma dei colori per tutte le altre regioni.

Le regioni “arancioni”
Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Molise, Sicilia, Sardegna, Umbria e Provincia autonoma di Bolzano.

Le regioni “rosse”
Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto (che, come detto, spera nell’arancione) e Provincia autonoma di Trento.