Ri-Party-Amo a Castel Volturno. Un importante intervento di riqualifica della Ramsar

Ri-Party-Amo a Castel Volturno. Un importante intervento di riqualifica della Ramsar
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Si è svolta la conferenza stampa per promuovere la conclusione della prima fase dei lavori di riqualifica e tutela realizzati da WWF

Mercoledì 5 giugno il Comune di Castel Volturno (CE) ha ospitato la conferenza stampa dedicata al progetto Ri-Party-Amo, con un appuntamento per la tutela e la valorizzazione del territorio.

Al Centro di Aggregazione in Via Niccolò Machiavelli a Castelvolturno, si è svolta la conferenza stampa per promuovere la conclusione della prima fase dei lavori di riqualifica e tutela realizzati da WWF nell’ambito del progetto Ri-Party-Amo, filone “Ricostruiamo la natura”.

glp-auto-336x280
lisandro

L’importante zona umida Ramsar, sito elettivo per la migrazione e la sosta per oltre 200 specie di uccelli, ha ricevuto un intervento di riqualifica e tutela che ne migliora l’esperienza, educando i suoi visitatori alla comprensione e al rispetto della natura che li circonda grazie all’inserimento di pannelli che raccontano l’ecosistema palustre, così spesso incompreso, come la ricchezza della biodiversità che lo popola.

L’intervento ha già completato circa 1km di percorsi naturalistici. Dopo l’estate, nel rispetto del delicato periodo di nidificazione, saranno compiuti anche gli interventi di miglioria ai capanni di birdwatching esistenti. L’area sarà inoltre dotata di nuovo punto di avvistamento che costituirà anche un’area per l’accoglienza delle scolaresche durante le sessioni didattiche nel luogo.

La conferenza stampa si è svolta alla presenza delle autorità locali con il Sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella e il Commissario dell’Ente Riserve Giovanni Sabatino, che hanno supportato l’intera iniziativa.

La Consigliera Regionale Roberta Gaeta ha trasmesso il coinvolgimento della Regione per l’attuazione delle politiche ambientali, e una progettazione coerente per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio.

L’occasione si inquadra all’interno di un’intensa attività di ricerca portata avanti dall’associazione ASOIM, di cui Danila Mastronardi è Presidente. Il suo intervento ha ricostruito con passione e professionalità la straordinaria avifauna che vive nell’Oasi dei Variconi.

Il Presidente del Centro Studi WWF Italia, Gaetano Benedetto, ha illustrato il valore che il progetto ha rappresentato per gli obiettivi WWF e conferma l’impegno futuro per la tutela dell’area.

A moderare l’incontro Raffaele Lauria, delegato regionale WWF Italia per la Campania, che ha raccontato il grande impegno di WWF per il territorio. Castel Volturno ha beneficiato anche di un importante evento di pulizia della spiaggia configurato nell’ambito del progetto Ri-Party-Amo per il filone “Puliamo l’Italia”.

“Ricostruiamo la natura”, importante sezione del progetto Ri-Party-Amo, porta avanti 8 grandi progetti di ricostruzione degli ambienti naturali con la rinaturazione e la riqualifica e tutela di aree danneggiate sul territorio.

Grazie alle macro-attività di “Ricostruiamo la natura” si vuol mostrare come, attraverso opere di ingegneria naturalistica e di restauro naturale, si possono produrre benefici ambientali permanenti in alcuni degli ambienti più fragili e degradati per proteggere, valorizzare il territorio e per migliorare la fruibilità da parte delle comunità locali.

Ri-Party-Amo è il progetto nazionale ambientale, concreto e ambizioso, nato dalla collaborazione tra WWF Italia, Intesa Sanpaolo e Jova Beach Party.

Il programma Ri-Party-Amo è stato declinato in tre macroaree di intervento: “Puliamo l’Italia”: filone dedicato alla pulizia delle spiagge, fiumi e laghi; “Ricostruiamo la natura”: sviluppo di progetti di ripristino naturale e tutela del territorio; “Formiamo i giovani”: attività di educazione e formazione rivolte ad Università, scuole primarie e secondarie.

Il progetto ha l’obiettivo di rendere i giovani, scuole, famiglie, aziende e intere comunità protagonisti della salvaguardia e del restauro della natura d’Italia.

Ri-Party-Amo, risultati

Ri-Party-Amo ha già raggiunto nel 2023 gli ambiziosi obiettivi di ripulire più di 20 milioni di metri quadrati di spiagge, laghi, fiumi e fondali e di organizzare 8 incontri in diverse università italiane con workshop on field, oltreché completato un progetto didattico dedicato alle scuole primarie e secondarie con iniziative capaci di coinvolgere oltre 100.000 studenti.

Per il filone “Ricostruiamo la natura” si sono già conclusi 4 degli 8 interventi di riqualifica e tutela previsti. I restanti 4 progetti verranno completati entro fine 2024.

La realizzazione di Ri-Party-Amo è stata possibile grazie alla grande campagna di raccolta fondi svolta su For Funding, la piattaforma di crowdfunding di Intesa Sanpaolo, attraverso la quale sono stati donati più di 3 milioni di euro.

Tra tutti coloro che hanno contribuito alla raccolta, 4.000 persone hanno avuto la possibilità di partecipare a due esclusivi concerti di Jovanotti all’Atlantico di Roma e all’Alcatraz di Milano, il 12 e il 14 novembre 2022.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI RI-PARTY-AMO
Il calendario di appuntamenti in tutto il territorio nazionale si arricchirà degli eventi di chiusura dei lavori del filone “Ricostruiamo la natura” entro fine 2024.