Riaperto in segno di protesta il parcheggio dell’ospedale di Caserta

Caserta – Ad oltre sei mesi di distanza dalla data di chiusura questa mattina, poco prima delle otto, senza alcun preavviso i dipendenti della cooperativa “Progetto 2000” hanno riaperto ai parenti dei pazienti e al personale sanitario i cancelli del parcheggio dell’ospedale di Caserta. La cooperativa gestiva infatti da circa vent’anni la struttura ma a fine agosto l’amministrazione comunale aveva negato la proroga per la gestione dell’area, imponendo di fatto la chiusura del parcheggio per la sosta a pagamento.

Alla base della decisione alcune irregolarità che andavano avanti da tempo e che spinsero lo stesso sindaco Carlo Marino a definire, in un comunicato stampa sull’argomento, la situazione “fuori da ogni regola”. Dopo la chiusura della struttura nacque la necessità di creare nuovi stalli per il parcheggio in quell’area e seguirono settimane difficili sia per quanto riguarda la diatriba tra i gestori della struttura e il Comune sia per l’enorme afflusso di auto (soprattutto in determinati orari) che creò difficoltà al traffico cittadino.

Nel frattempo, appena dopo la chiusura, i rappresentanti della Cooperativa Progetto 2000 hanno impugnato il provvedimento del Comune di Caserta e si sono rivolti al Tar della Campania, che ad ottobre si è espresso a favore della cooperativa. Nonostante ciò però l’amministrazione comunale è andata avanti per la sua strada, approvando il progetto relativo ad un nuovo parcheggio che dovrebbe sorgere nell’area nei prossimi anni e rivolgendosi al Consiglio di Stato per tentare di ribaltare la decisione del Tar.

Intanto i mesi sono passati e i lavoratori della Cooperativa Progetto 2000, ormai da metà anno senza stipendio, hanno deciso di riaprire i cancelli in segno di protesta nei confronti dell’amministrazione, rea a loro dire di non aver voluto trovare un compromesso (quantomeno provisorio) con dipendenti e rappresentanti della cooperativa.

Alla luce di quest’ultima spaccatura sarà ancora più difficile raggiungere un’intesa. Staremo a vedere cosa accadrà.