Riapre al pubblico l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere. Ancora in corso i lavori di restauro

Domani, martedì 11 maggio alle ore 9:00, la Direzione Regionale Musei Campania riaprirà finalmente ai visitatori l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere. Saranno aperti al pubblico in sicurezza anche i sotterranei e il Museo dei gladiatori.

I monumento sarà visitabile secondo i soliti orari, dal martedì alla domenica, con obbligo di prenotazione nei fine settimana e con un percorso di visita che non interferirà con le attività del cantiere di restauro in corso. La chiusura è prevista di lunedì.

Il Biglietto unico, acquistabile in sede solo presso la biglietteria in piazza I Ottobre, è valido per Anfiteatro campano, Museo dei Gladiatori e Museo archeologico dell’antica Capua al costo di 2,50 €. E’ possibile acquistare il biglietto direttamente su www.vivaticket.com (non include il “saltafila”).

Il sito rientra nel circuito Campania Artecard. Presso la biglietteria dell’Anfiteatro sono disponibili le Audio Guide con contenuti base, approfondimenti, immagini per esplorazione e due mappe.

Inoltre è possibile scaricare l’App “Santa Maria l’Antica Capua” con Applestore e Googleplay.

Gli orari di apertura:

Da maggio e settembre: 9.00-18.30;
giugno, luglio e agosto: 9.00-19.00;
ottobre: 9.00-17.00;
novembre: 9.00-16.00;
dicembre: 9.00-15.40;

Per info o prenotazioni:

Biglietteria Anfiteatro campano 0823/1831093 o anfiteatro_smcv@arte-m.net
Le Nuvole 0812395653 o info@lenuvole.com
Museo archeologico dell’antica Capua, via Roberto D’Angiò, 44 – Santa Maria Capua Vetere
tel. +39 0823 844206 – drm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it
https://www.musei.campania.beniculturali.it/ Facebook: Antica Capua Circuito Archeologico | Twitter: @museosmcv | instagram: drmcam.museoanticacapua/

Restano confermate le disposizioni in materia di sicurezza e gli obblighi di misurazione della temperatura all’ingresso e di indossare la mascherina anche negli spazi aperti.
In ottemperanza alle direttive anti-Covid gli ingressi saranno contingentati.

Il restauro in corso

Attualmente è ancora in corso un accurato progetto di restauro e valorizzazione, a cura della Direzione regionale Musei Campania, che prevede il consolidamento delle strutture con tecniche ecosostenibili e non invasive, prevalentemente analoghe a quelle originarie. L’obiettivo principale è facilitare la lettura della complessa struttura architettonica che, nonostante le trasformazioni e le distruzioni subite, conserva i tratti pricipali del suo sviluppo architettonico.

Altro obbiettivo dei lavori è favorire la completa fruizione del complesso monumentale in piena sicurezza e consentire a tutti di percorre anche gli spazi oggi in parte negati, quali ad esempio i sotterranei e zone della cavea.

Il cantiere dell’Anfiteatro è finanziato con un importo di 7.000.000 di euro dal Ministero della Cultura con i Fondi rinvenienti dalla programmazione 2007-2013 Annualità 2017 nell’ambito del PON “Attrattori culturali naturali e turismo” FESR 2007/2013.

I lavori non si fermano pur non precludendo la possibilità di visita da parte del pubblico. La fine dei lavori è prevista per il 2022.